Keystone
REGNO UNITO
26.05.20 - 14:510

Crisi coronavirus: HSBC taglia oltre 35'000 posti di lavoro

Il piano di ristrutturazione del gruppo bancario potrebbe aumentare ancor di più il numero di licenziamenti

LONDRA - La banca britannica HSBC intende ampliare ulteriormente il suo piano di ristrutturazione, che prevede già 35'000 tagli di posti di lavoro.

Il motivo, come in molti altri casi recentemente, è l'impatto della pandemia di coronavirus. Lo anticipa il Financial Times, e l'istituto non commenta al momento le voci in merito.

Tre mesi fa, lo ricordiamo, HSBC aveva annunciato la più grande ristrutturazione della sua storia, con una riduzione delle proprie attività europee e statunitensi con conseguente taglio di 35'000 dipendenti.

Il Consiglio di amministrazione di HSBC, secondo fonti vicine al dossier, starebbe ora valutando una riforma ancora più ampia. Questo prendendo in considerazione i risvolti ancora più drammatici dovuti al coronavirus: la pandemia pesa infatti più del previsto sui risultati finanziari del gruppo bancario, che ha registrato un utile netto in calo del 57% nel primo trimestre.

Tra le possibilità sono emersi ulteriori tagli, una possibile vendita delle sue attività negli Stati Uniti, l'abbandono della rete di vendita al dettaglio in Francia e lo stop delle operazioni anche in altri Paesi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Canis Majoris 1 anno fa su tio
Grandi banche = grandi sfruttatori!
red_monster 1 anno fa su tio
La storia insegna che da ogni crisi economica nasceranno per tutti nuove opportunità
Mattiatr 1 anno fa su tio
@red_monster Vero, però dopo periodi tosti. Faccio notare che le aziende attive sul web in genere sono uscite bene, se non addirittura in guadagno da questa prima fase della crisi. Direi che è una spiegazione più che esaustiva su quale settore bisogna intraprendere.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
25 min
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
3 ore
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
SVIZZERA
14 ore
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dall'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
ITALIA
16 ore
Ita Airways, atterraggio non consentito in caso di nebbia
Lo prevedono le norme internazionali per le compagnie durante il periodo di "rodaggio"
MONDO
19 ore
Harvard, MIT, Stanford: ecco le migliori università al mondo
Il Politecnico federale di Zurigo è il quinto istituto in Europa e il 26esimo su scala globale
SVIZZERO
21 ore
Posta nel mirino, Cirillo si difende
Il numero uno del gigante giallo risponde alle accuse per le recenti acquisizioni aziendali
STATI UNITI
23 ore
Mai nessuno è stato ricco tanto quanto Elon Musk
Merito dell'exploit di lunedì, con l'annuncio dell'acquisto di 100mila Tesla da parte di Hertz
SVIZZERA
1 gior
Logitech, fatturato oltre le attese
Cala però la redditività nel terzo trimestre, con più spese per il marketing e d'investimenti in ricerca e sviluppo
SVIZZERA
1 gior
Terzo trimestre proficuo per UBS, ha guadagnato oltre due miliardi
Si tratta di un aumento dell'8,9% su base annua. Una performance superiore alle attese degli analisti.
Stati Uniti
1 gior
Sono passati vent'anni dal lancio del primo iPod
Il lettore rivoluzionario che Steve Jobs presentava come «il lettore che contiene mille canzoni e sta nella mia tasca»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile