Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STR
RUSSIA / STATI UNITI
09.01.22 - 09:580

Mosca avverte Washington: non farà «alcuna concessione»

Domani prendono il via a Ginevra i colloqui sull'Ucraina e sulla sicurezza in Europa

MOSCA - Mosca si dice «delusa» dai «segnali» fatti pervenire dagli Stati Uniti e anche dall'Ue sull'Ucraina e afferma di non avere intenzione di fare «alcuna concessione» alle richieste americane in vista dei colloqui in programma a Ginevra su Ucraina e sicurezza in Europa.

Lo fa sapere il ministero degli esteri russo. «Noi non accetteremo alcuna concessione. È fuori discussione», ha dichiarato alle agenzie di stampa russe il viceministro degli Esteri, Sergei Ryabkov, che prenderà parte ai negoziati ginevrini. «Siamo delusi dai segnali venuti in questi ultimi giorni da Washington, ma anche da Bruxelles», ha aggiunto.

L'Occidente accusa la Russia di aver ammassato decine di migliaia di soldati al confine con l'Ucraina e dice di temere un'invasione o un'azione militare, che però Mosca nega. I colloqui ginevrini sono stati organizzati dopo che la Russia ha chiesto «rassicurazioni» che la Nato non integri l'Ucraina e il ritiro dei soldati americani dall'Europa orientale: richieste che l'Alleanza atlantica ha bollato come «inaccettabili».

In vista dei colloqui, che si apriranno domani a Ginevra, nelle ultime ore gli Stati Uniti hanno fatto trapelare di star lavorando con gli alleati a dure sanzioni finanziarie, tecnologiche e militari contro la Russia, che scatterebbero in caso d'invasione dell'Ucraina, ma anche di essere pronti a discutere con la controparte il dispiegamento di missili e le manovre militari in relazione alla crisi ucraina.

Ma venerdì dalla riunione dei ministri degli Esteri della Nato a Bruxelles i segnali positivi e negativi si sono bilanciati: se da un lato il segretario di Stato Usa, Anthony Blinken, ha detto che «una soluzione diplomatica con Mosca è ancora possibile», lo stesso capo della diplomazia di Washington ha aggiunto che «il rischio di un conflitto è reale».

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha messo in guardia che «l'ammassamento delle truppe russe al confine (con l'Ucraina) continua» e che «se il dialogo fallisce siamo preparati». Oltre ai colloqui a Ginevra di domani tra Usa e Russia, ai quali parteciperanno lo stesso Ryabkov e la sua omologa americana, Wendy Sherman, mercoledì 12 a Bruxelles si terrà il Consiglio Nato-Russia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
12 ore
Estirpato il diritto all'aborto: «Un giorno triste per gli Stati Uniti»
«La Corte suprema ha portato via un diritto costituzionale», ha dichiarato il presidente Joe Biden.
FOTO
STATI UNITI
15 ore
La Corte suprema americana ha cancellato il diritto all'aborto
L'interruzione di gravidanza non sarà più un diritto costituzionale, decideranno gli Stati: «È una questione morale»
ITALIA
16 ore
«La testa della funivia andava cambiata»
I periti hanno ottenuto un rinvio per il deposito delle perizie tecniche. Riconvocate le parti per fine ottobre
STATI UNITI
22 ore
Dosi elevate di Thc «aumentano le brutte esperienze con la cannabis»
Dal 1995 a oggi il tenore della sostanza psicotropa è cresciuto enormemente, dal 4 al 95% in alcuni casi
REGNO UNITO
1 gior
Venti milioni: tutte le vite salvate dai vaccini
Secondo uno studio nel primo anno di campagna vaccinale sono stati evitati il 79% dei decessi grazie al preparato
MONDO
1 gior
Scoperto batterio gigante visibile a occhio nudo
Lungo circa un centimetro, è 5'000 volte più grande della stragrande maggioranza dei batteri.
UNIONE EUROPEA
1 gior
Ucraina ammessa tra i candidati all'entrata nell'Unione Europea
Con lei, anche la Moldavia. L'ha deciso il Consiglio Europeo.
MALTA
1 gior
Impossibile portare a termine la gravidanza, ma non può abortire
Due statunitensi in vacanza si scontrano con la legge più dura d'Europa. E una donna e una bambina rischiano di morire
STAT UNITI
1 gior
La scuola di Uvalde verrà rasa al suolo
Lo ha annunciato il sindaco della città. Nel frattempo il capo della polizia è stato posto in congedo amministrativo
ITALIA
1 gior
«Mi ha chiesto dei soldi. Le ho detto che mi dispiaceva»
Il regista canadese è stato interrogato ieri pomeriggio al tribunale di Brindisi. Oggi la decisione della giudice
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile