keystone-sda.ch / STF (ANDREJ CUKIC)
L'incontro tra il premier ungherese Viktor Orban e il presidente serbo Aleksandar Vucic.
SERBIA
08.07.21 - 13:370

«La Serbia è un Paese chiave, l'Ue deve capirlo»

Le parole del premier ungherese Orban a margine dell'incontro di oggi con il presidente serbo

BELGRADO - L'importanza dell'adesione della Serbia alla Ue è stata sottolineata oggi a Belgrado dal premier ungherese Viktor Orban, secondo il quale dietro la Serbia c'è l'intera regione dei Balcani occidentali.

«Fino a quando non sarà integrata la Serbia, i Balcani occidentali non saranno integrati nell'Unione europea. La Serbia è un Paese chiave, e questo la Ue lo deve capire», ha detto Orban in una conferenza stampa congiunta con il presidente serbo Aleksandar Vucic. A suo avviso, è più nell'interesse della Ue avere con sé la Serbia, piuttosto che interesse di Belgrado entrare nell'Unione.

La Serbia, ha osservato, è Paese chiave per la stabilità della regione balcanica, allo stesso modo della Polonia che è Paese chiave per la stabilità dell'Europa centrale. «Potete contare sul sostegno dell'Ungheria, come l'Ungheria conta sulla Serbia», ha detto il premier.

Vucic e Orban sono legati da una stretta amicizia e stima reciproca, si vedono regolarmente e il premier ultraconservatore ungherese è stato accolto stamane a Belgrado in grande pompa e con tutti gli onori, salutato all'aeroporto dal ministro degli esteri serbo Nikola Selakovic. Orban è accompagnato da una delegazione governativa, compreso il ministro degli esteri Peter Szijjarto, al quale Vucic ha conferito una onorificenza statale serba.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 3 mesi fa su tio
🤐🤐🤐
Booble63 3 mesi fa su tio
Certo che con lui come sponsor le chances peri serbi si riducono a lumicino..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
4 ore
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
8 ore
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
10 ore
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
13 ore
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
15 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
17 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
19 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
1 gior
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
1 gior
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
1 gior
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile