Reuters
UNIONE EUROPEA
07.05.21 - 06:000

Covid, tre "game changer" che l'Ue vuole produrre in massa

L'obiettivo è autorizzarne l'utilizzo e la produzione in Europa entro il mese di ottobre

La Commissaria Ue Stella Kyriakides: «Queste terapie avranno un ruolo fondamentale nella nostra capacità di risposta» alla pandemia.

BRUXELLES - I vaccini sono la prima ma non l'unica chiave per uscire dalla pandemia. Una di queste è rappresentata dai farmaci specifici che sono in corso di sviluppo contro il Covid-19, alcuni dei quali sono considerati dei potenziali "game changer" nella gestione della crisi sanitaria. E per almeno tre di questi, la Commissione europea intende autorizzare la produzione su scala e l'utilizzo in Europa entro ottobre.

I tre prodotti in questione sono il cocktail di anticorpi di Regeneron, gli anticorpi monoclonali prodotti da Celltrion e quelli prodotti da Eli Lilly. E per tutti e tre è già stata avviata la procedura di "rolling review" da parte dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema). Inoltre, a questi potrebbero essere aggiunti (entro la fine del 2021) altri due candidati, selezionati da una lista di 57 medicamenti.

Per il piano europeo sono stati messi sul tavolo 90 milioni di euro iniziali, con altri 40 milioni già stanziati per incrementare la produzione nei mesi futuri. «L'idea è di produrre tutto in Europa» e di «riservare alcuni impianti per questo in modo da poter, se sarà necessario, aumentare il più rapidamente possibile la produzione», ha spiegato la Commissaria europea per la salute e la sicurezza alimentare, Stella Kyriakides.

A Bruxelles hanno imparato la lezione impartita dalla campagna vaccinale che, soprattutto durante i primissimi mesi di distribuzione, ha mostrato la necessità di essere reattivi e capaci nel potenziare i livelli produttivi. E quando questi farmaci saranno pronti e autorizzati la necessità sarà la medesima. «Abbiamo visto che gli effetti del Covid possono protrarsi a lungo e che i sintomi possono perdurare più a lungo del previsto» per questo motivo, ha spiegato la commissaria europea, «queste terapie avranno un ruolo fondamentale nella nostra capacità di risposta» alla pandemia e permetteranno di ridurre ulteriormente il numero dei ricoveri.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
5 ore
Il ritrovamento del piccolo Nicola: «Chiamava la mamma»
Una storia a lieto fine quella del bambino di due anni scomparso a Palazzolo sul Senio. Ma resta il mistero
ITALIA
7 ore
Ddl Zan, Draghi: «Siamo uno stato laico. Il Parlamento è libero»
Il governo italiano, ha detto il "premier", «non entra nel merito della discussione».
UNIONE EUROPEA
9 ore
Incognita Delta: «Entro fine agosto 9 casi su 10»
In Europa la variante indiana galoppa. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie mette in guardia
MONDO
9 ore
Allarme ONU sull'emergenza climatica: «È a rischio l'intera umanità»
I toni molto allarmanti di un nuovo rapporto riportano l'attenzione su una minaccia reale ma che ci eravamo dimenticati
EURASIA
12 ore
Mar Nero: bombe e spari d'avvertimento contro una nave britannica
Tensione tra Russia e Regno Unito nel Mar Nero: la nave britannica sarebbe entrata in acque russe
CINA
13 ore
Ultime ore di vita per l'Apple Daily
A partire da mezzanotte il tabloid non aggiornerà più il sito. E quella di domani sarà l'ultima edizione cartacea
GERMANIA / UNGHERIA
15 ore
Dopo la polemica sullo stadio arcobaleno, Orbán annulla la sua presenza alla partita
Normalmente entusiasta spettatore di Euro 2020, il primo ministro ungherese non sarà a Monaco.
INDIA
18 ore
L'india identifica una nuova "variante preoccupante": la Delta Plus
Il virus mutato colpisce in maniera «più violenta» i polmoni ed è potenzialmente resistente agli anticorpi monoclonali.
STATI UNITI
20 ore
«Vorrei quell'arma», a 300'000 americani è stato detto «no»
Gli acquisti bloccati dai "background check" negli Stati Uniti hanno raggiunto una cifra record nel 2020
STATI UNITI
1 gior
Vaccini: Biden non ha centrato l'obiettivo
Solo il 65 per cento di vaccinati a luglio. Ritardi nella campagna americana
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile