Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (JOHANNA GERON / POOL)
Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea.
UNIONE EUROPEA
10.02.21 - 11:320

Vaccini, il "mea culpa" di von der Leyen

Tra ritardi ed eccessi di ottimismo: «Dovremmo chiederci perché è successo e quali insegnamenti trarne»

I gruppi parlamentari hanno rimproverato l'esecutivo europeo per la mancanza di trasparenza nei contratti stipulati per la fornitura dei vaccini.

BRUXELLES - La presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, nel suo intervento alla plenaria dell'Eurocamera, ha fatto autocritica sui vaccini, insistendo però sulla volontà di raggiungere «l'obiettivo di immunizzare il 70% della popolazione in Europa entro l'estate».

«Siamo arrivati in ritardo con le autorizzazioni, siamo stati troppo ottimisti sulla produzione di massa, e forse siamo stati un po' troppo sicuri sul fatto che le quantità ordinate sarebbero state consegnate in tempo utile. Dovremmo chiederci perché è successo e quali insegnamenti trarne», ha detto.

«Mancano gli ingredienti»
Von der Leyen, nel suo intervento all'Eurocamera, ha poi lanciato l'allarme sulla scarsità degli ingredienti per la produzione dei vaccini, ed ha sollecitato ad «aumentare la capacità di ricerca e la produzione, rafforzando anche la collaborazione pubblico-privato».

Oltre alle varianti del virus, «dobbiamo affrontare una seconda sfida - ha osservato -. Uno dei rallentamenti nella produzione riguarda alcune molecole sintetiche. Se avessimo 250 grammi in più di queste molecole, ci dicono le aziende, che potrebbero produrre un milione di dosi in più. Per questo è necessario un maggiore coordinamento nella fornitura degli ingredienti fondamentali».

«Signora presidente, si dimetta»
Nel corso dei numerosi interventi dei diversi gruppi parlamentari, le critiche si sono concentrate sulla mancanza di trasparenza da parte della Commissione nel rendere pubblici i contratti stipulati con le diverse aziende produttrici di vaccini. I documenti pubblicati finora sono tre, ma con numerosi omissis sulle cifre.

C'è chi in aula ha evocato la possibilità di creare una commissione parlamentare d'inchiesta, chi ha rilanciato la necessità di sospendere i brevetti sui vaccini delle aziende farmaceutiche - riassunto con lo slogan «meno dividendi, più vaccini» - e ancora chi ha chiesto a Ursula von der Leyen di farsi da parte.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CANADA
1 ora
Si aggira con un fucile vicino a una scuola, ucciso dagli agenti
Ampio dispiegamento di polizia quest'oggi a Toronto: un uomo armato ha creato il panico
STATI UNITI
2 ore
Il marito dell'insegnante eroica è morto «dal troppo dolore»
Un attacco cardiaco ha stroncato il marito di Irma García, a soli due giorni dalla sparatoria
UCRAINA:SEGUI IL LIVE
LIVE
Ecco i "bestioni" statunitensi diretti verso Kiev
Biden starebbe preparando l'invio di alcuni MLRS (lanciarazzi multipli) all'Ucraina
MONDO
3 ore
Se il riscaldamento globale ti raggela la camera da letto
L'aumento delle temperature potrebbe avere un'influenza sulla riproduzione della specie umana. L'allarme degli esperti
VERBANIA
11 ore
Errori umani e una fune vecchia
L'inchiesta tecnica sulla tragedia del Mottarone ha portato i primi risultati, a un anno dall'evento
UCRAINA
13 ore
A Mariupol i bambini vengono "de-ucrainizzati"
La denuncia di Kiev: nella città conquistata dai russi è partita la propaganda di massa, anche nelle scuole
UCRAINA
15 ore
I destini paralleli delle fabbriche-bunker in Ucraina
Prima la Azovstal a Mariupol, ora la Azot di Severodonetsk
PERÙ
17 ore
Violenta scossa di terremoto in Perù: magnitudo 7.2
La popolazione è scesa in strada temendo scosse di assestamento
STATI UNITI
18 ore
«È morta a 10 anni, cercando di salvare i suoi compagni»
Mentre si ricostruiscono le azioni dell'omicida di Uvalde, il dolore dei famigliari delle vittime rimbomba nel mondo
INDIA
21 ore
Cinque ore bloccati sull'aereo, senza nessuna informazione
L'ira dei passeggeri che ieri dovevano volare con SpiceJet: «Ci hanno detto solo che c'era un server rotto»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile