Keystone
https://www.youtube.com/watch?v=rNQYTWoaqnE
REGNO UNITO
25.05.20 - 11:100
Aggiornamento : 11:37

Il caso Cummings resta una patata bollente per Boris Johnson

Che ora è sotto accusa per averlo difeso dopo che ha violato più volte le restrizioni di movimento

LONDRA - Resta rovente, nonostante la difesa a spada tratta di Boris Johnson, la polemica su Dominic Cummings, architetto della Brexit e potente consigliere politico capo del premier Tory britannico, investito dall'accusa di aver violato le restrizioni del lockdown imposte dal coronavirus.

Il primo ministro ha definito ieri «legale e responsabile» il comportamento di Cummings che - dopo aver avvertito i sintomi del Covid-19 il 27 marzo, al pari della moglie, aveva viaggiato per 500 chilometri da Londra a Duhram, per isolarsi in un'ala della casa dei genitori - e giustificandolo come una necessità legata a provvedere all'assistenza del figlio di 4 anni.

Ma non ha placato i media, le opposizioni, alcuni deputati della stessa maggioranza, vari consulenti scientifici del governo e persino 2 vescovi. E lo scandalo oscura l'annuncio sulle prime tappe di una Fase 2 con la riapertura dal primo giugno di qualche scuola: limitatamente per ora all'Inghilterra, alla prima elementare e alla sesta e senza obblighi per gli istituti che ritenessero di non poter garantire distanziamento, turni, classi ridotte.

Il Guardian e il Mirror, giornali filo-laburisti che hanno denunciato per primi la vicenda, attaccano per il mancato siluramento (o dimissioni) di Cummings: il secondo bollando addirittura Johnson come «un codardo» e il consigliere come «un imbroglione».

Mentre anche un tabloid di destra come il Mail insorge contro un'interpretazione delle regole del lockdown che sembra valere in un modo per l'entourage di governo e in un altro per i comuni cittadini e si chiede «in quale pianeta vivano» a Downing Street.

Proteste salgono pure da funzionari di polizia, dall'apparato governativo del Civil Service e da diversi consulenti scientifici del governo impegnati sul fronte dell'emergenza coronavirus: come il professor Stephen Reicher, che si dice «sconcertato» e rimprovera a Johnson di aver «buttato via» la credibilità delle raccomandazioni date alla popolazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
12 ore
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
PERÙ
15 ore
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
LIVE
MONDO
LIVE
La variante Omicron è sbarcata anche in Canada
Sono stati rilevati due casi che riguardano due persone arrivate di recente dalla Nigeria
ITALIA
1 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
1 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
1 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
1 gior
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
1 gior
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
1 gior
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
2 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile