Keystone
STATI UNITI
13.06.19 - 07:090

Materiale compromettente su un rivale? «Non c'è nulla di male ad ascoltare»

Donald Trump si è detto pronto ad accettare "aiuti" da un eventuale potenza straniera: «Non c'è nulla di illegale». Biden lo attacca: «Così si minaccia la sicurezza nazionale»

WASHINGTON - Il presidente Usa Donald Trump si è detto pronto a accettare da una potenza straniera eventuale materiale compromettente sul suo rivale nella corsa alla Casa Bianca nel 2020, sostenendo che non si tratta di un'azione illegale e che non sarebbe tenuto a chiamare l'Fbi.

«Penso che vorrei sentire, non c'è nulla di sbagliato nell'ascoltare», ha detto ad Abc News, affermando che non sarebbe una interferenza.

Proprio oggi il figlio primogenito Donald jr ha testimoniato per la seconda volta davanti alla commissione intelligence del Senato, che lo ha interrogato tra l'altro sull'incontro alla Trump Tower nel giugno del 2016 in cui una avvocata russa aveva promesso materiale compromettente contro Hillary Clinton, rivale di Trump alla Casa Bianca.

Il capo dell'Fbi Christopher Wray ha detto ai deputati che Donald Trump Jr. avrebbe dovuto chiamare il Bureau per segnalare l'offerta. Ma il presidente, che ha nominato Wray nel 2017, ha detto che non è d'accordo e che «il direttore dell'Fbi sbaglia». Affermazioni destinate a riaprire le polemiche sulle interferenze russe nelle elezioni Usa e a rinfocolare i sospetti di collusione con Mosca.

«Donald Trump sta dando il benvenuto ancora una volta alle interferenze straniere nelle nostre elezioni. Non si tratta di politica. È una minaccia alla nostra sicurezza nazionale. Un presidente americano non deve cercare il loro aiuto e favorire quelli che cercano di minare la nostra democrazia»: lo ha twittato l'ex vice presidente Joe Biden, frontrunner dem nella corsa alla Casa Bianca, commentando le dichiarazioni di Donald Trump.

Commenti
 
Zico 8 mesi fa su tio
anche la Clinton era in vantaggio nei sondaggi....
El Jardinero 8 mesi fa su tio
La superbia andò a cavallo e tornò a piedi. Finira la bambagia per quell'arrogante. Grande Biden!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
COREA DEL SUD
1 ora
Droni per contrastare il coronavirus
Li ha impiegati la Corea del Sud per disinfettare una cinquantina di scuole
STATI UNITI
3 ore
Trump perdona quattro condannati
Gli uomini, coinvolti in casi di truffa e corruzione, possono tornare in libertà
CINA
4 ore
Fabbrica pronta in 6 giorni: produrrà 250mila mascherine al giorno
Nuovo exploit a Pechino per contenere il contagio da coronavirus. I lavori saranno conclusi entro sabato
REGNO UNITO
4 ore
Gigatagli in casa Hsbc: verranno licenziati 35'000 dipendenti
Il maxipiano verrà attuato in due anni e interesserà soprattutto filiali in Usa e Ue. L'esperto: «Colpa dei manager troppo ottimisti»
STATI UNITI
6 ore
Stava pulendo una pistola, parte un colpo e uccide il suo migliore amico
L'incidente è avvenuto domenica scorsa nell'Oklahoma. La vittima aveva 21 anni
IRLANDA
11 ore
Nave alla deriva da 17 mesi attraversa l'Atlantico e si incaglia sulle coste irlandesi
L'ultima volta era stata avvistata nel settembre del 2019
STATI UNITI
14 ore
Abusi negli scout: Boy Scouts of America dichiara fallimento per pagare i risarcimenti
L'organizzazione deve far fronte a centinaia di denunce: «Vogliamo continuare a portare avanti la nostra missione»
CINA
14 ore
I turisti cinesi spendevano 277 miliardi di dollari: e ora?
Dagli alberghi ai negozi di lusso: il calo delle presenze e del giro d'affari legati al coronavirus sta già colpendo determinati settori
STATI UNITI
15 ore
Il coronavirus peserà sui ricavi di Apple nel primo trimestre
Soffre inoltre il mercato interno cinese a causa della chiusura di molti rivenditori
STATI UNITI
17 ore
«Devo prelevare 25mila dollari», il taxista la salva dalla truffa
Una 92enne stava per cascare nella trappola di un falso impiegato dell’Internal Revenue Service
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile