Keystone - foto d'archivio
ITALIA
27.05.19 - 20:130

Debito pubblico, l'Italia rischia una multa da 3,5 miliardi di euro

Il leader della Lega ha invitato la Commissione europea «a prendere atto che i popoli hanno votato per il cambio e la crescita» e che l'era «della precarietà e della disoccupazione è finita»

ROMA  - Ancora pochi giorni, forse poche ore, e la Commissione europea invierà all'Italia l'attesa lettera sul debito pubblico. Giuseppe Conte e Jean-Claude Juncker ne parleranno probabilmente faccia a faccia al Consiglio europeo e poi, da mercoledì, ogni giorno per i commissari potrebbe essere quello buono per chiedere al governo italiano chiarimenti sul progressivo aumento del rapporto debito-Pil, in aperta controtendenza rispetto ai parametri europei.

La lettera arriverà sicuramente entro questa settimana e da quel momento partirà un fitto dialogo tra Roma e Bruxelles che potrebbe portare, nel caso di scontro estremo tra le due parti, fino all'ipotesi di deposito cauzionale (che potrebbe trasformarsi nell'imposizione di una sanzione) pari allo 0,2% del Pil, ovvero 3,5 miliardi di euro, ai danni dell'Italia.

Un'opzione ancora tutta da verificare, che richiederebbe tempi comunque piuttosto lunghi con più passaggi successivi nel collegio dei Commissari e all'Ecofin, ma che il ministro dell'Interno Matteo Salvini, forte del trionfo alle urne, respinge immediatamente al mittente.

Il leader della Lega ha invitato la Commissione «a prendere atto che i popoli hanno votato per il cambio e la crescita» e che l'era «della precarietà e della disoccupazione», come l'ha definita, «è finita». «Quello che è chiaro - ha ribadito più volte il vicepremier nel corso della giornata post elettorale - è che non si alzano le tasse, che l'aumento dell'Iva non esiste» e che i parametri di Maastricht, a partire dal 3% di deficit difeso invece da Vincenzo Boccia, vanno ridiscussi.

Parlare ora di una possibile multa miliardaria è effettivamente prematuro perché la partita è in realtà ancora tutta da giocare e l'incertezza del momento, in Italia come in Europa, si è vista anche sui mercati, inizialmente poco mossi, ma innervositi nel corso delle ore proprio dalla sostanziale ambiguità della situazione. C'è chi dice per lo spettro sanzione, chi per l'ammorbidimento di Luigi Di Maio sulla flat tax (che potrebbe preludere ad uno sforamento del 3% di deficit), chi per l'ennesima uscita pro spesa del leghista Claudio Borghi, lo spread tra Btp e Bund è salito rispetto alla chiusura di venerdì di 15 punti base, arrivando a 282.

Quello italiano è stato l'unico differenziale a salire in Europa: anche quello della Grecia, sulla scia del successo della Nuova democrazia (ND) e delle elezioni anticipate richieste da Alexi Tsipras, è diminuito, portandosi a 40 punti dal decennale italiano e ad appena 13 dai titoli a tre anni. Piazza Affari, nonostante l'exploit di Fca e Exor per la fusione annunciata con Renault, non è riuscita a chiudere in positivo, fermandosi a -0,06%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora
Va in ospedale per dolori alla pancia, 12enne scopre di essere incinta
Incredulo il fratello che l'aveva accompagnata. La ragazzina ha ammesso di aver avuto un fidanzatino nel paese d'origine
ITALIA
4 ore
Via libera della Giunta al processo a Salvini
La maggioranza ha disertato. Ma è stata respinta la proposta di negare l'autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro dell'Interno
BRASILE
6 ore
Ricavano corde dalle lenzuola ed evadono dal carcere
Almeno 26 detenuti sono riusciti a fuggire da un carcere di Rio Branco. La maxi evasione è avvenuta a qualche ora di distanza da quella della città paraguaiana di Pedro Juan Cabellero
FOTO
CINA
7 ore
Non più solo Wuhan: il virus misterioso si sta espandendo
L'avvicinarsi del Capodanno cinese non fa che accrescere le preoccupazioni delle autorità
STATI UNITI
8 ore
«I dazi Usa sulle auto dall'Ue avrebbero conseguenze nefaste»
La zona Euro ne risentirebbe, parola del Fondo monetario internazionale
FOTO
ITALIA
9 ore
Si è autodenunciato il ladro del Klimt milionario di Piacenza
Si tratterebbe di un 60enne, criminale (e un po' gentiluomo) di lungo corso in Emilia: «Volevo restituirlo, come regalo alla città»
MONDO
11 ore
Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno (o forse no)
Gennaio non è sicuramente il mese più felice, ma sulla data precisa la comunità scientifica non è d'accordo
FOTO
AUSTRALIA
13 ore
Prima il fuoco, poi le tempeste
Non c'è pace in Australia e le piogge, per quanto intense, non hanno risolto l'emergenza incendi
STATI UNITI
16 ore
Paura alle Hawaii, uomo sfrattato uccide due agenti di polizia
Poi, non contento, ha dato fuoco all'abitazione, e le fiamme hanno raggiunto altre undici case
FOTO
PARAGUAY
16 ore
76 detenuti evadono grazie a un tunnel
C'è il «forte sospetto» che le autorità carcerarie fossero in combutta
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile