KEYSTONE/AP (Michel Euler)
Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che i gilet gialli hanno espresso «un sentimento di ingiustizia».
FRANCIA
25.04.19 - 18:350
Aggiornamento : 20:59

Macron, i gilet gialli e il «sentimento di ingiustizia»

Il presidente ha dichiarato che il movimento ha consentito di «rivelare alcuni angoli morti della società» e ha invitato i francesi a «lavorare di più»

PARIGI - I gilet gialli hanno espresso «un sentimento di ingiustizia»: il successivo Grande dibattito nazionale ha portato a galla questo «profondo senso di ingiustizia fiscale, territoriale, sociale»: lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron nell'attesa conferenza stampa all'Eliseo.

Il presidente ha affermato «con umiltà» che il movimento ha consentito di «rivelare alcuni angoli morti della società». Ha citato, fra l'altro, «le famiglie monoparentali, gli handicappati, le pensioni più basse».


KEYSTONE/AP (Michel Euler)
Lo ha detto nel corso dell'attesa conferenza stampa all'Eliseo.

Macron ha annunciato «un nuovo atto della Repubblica» e parlato subito del «movimento inedito» che da 5 mesi agita il Paese. «Ci sono state richieste contraddittorie, la protesta è stata strumentalizzata - ha detto - ci sono stati antisemitismo, omofobia, attacchi contro le istituzioni, i giornalisti, le forze dell'ordine. Ma non voglio che la deriva di qualcuno occulti le legittime richieste avanzate all'inizio».

Il presidente francese ha ribadito il suo no alla principale richiesta dei gilet gialli, il ripristino della patrimoniale sui capitali, ma ha annunciato un significativo «taglio dell'imposta sul reddito» per i lavoratori e la classe media.

«Lavorare di più» - Macron ha chiesto ai suoi concittadini di «lavorare di più» per finanziare il taglio delle tasse che ha in programma di varare.

Per quota 20% proporzionale e taglio parlamentari - Emmanuel Macron si è detto favorevole oggi all'introduzione di una quota del 20% di proporzionale per l'elezione dell'Assemblea Nazionale e a un taglio del numero dei parlamentari compreso fra il 25 e il 30%.

Nella conferenza stampa all'Eliseo, il capo dello stato si è detto inoltre favorevole ad aumentare la quota di proporzionale al Senato.

Inoltre ha annunciato di voler aumentare a 1.000 euro al mese la "pensione minima" per una carriera completa, una somma - ha detto - significativamente superiore al minimo che l'anno scorso aveva promesso di portare a 900 euro.

«Ripresentarmi nel 2022? Non me ne importa» - Alla domanda se si ripresenterà alle presidenziali del 2022, il presidente francese Emmanuel Macron, nella conferenza stampa all'Eliseo, ha risposto: «Non me ne importa, voglio furiosamente avere successo in questo mandato».

KEYSTONE/AP (Michel Euler)
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
1 ora
Google Play Music chiuderà i battenti a ottobre
Gli utenti avranno tempo fino a dicembre per trasferire le proprie librerie musicali su YouTube Music o altrove
LIBANO
1 ora
«Da solo il Libano non ce la fa, distruzione e desolazione ovunque»
Bechara Boutros Raï invoca l'aiuto del mondo. Il Paese è già piegato: «Vi abbiamo regalato l'alfabeto».
LIBANO
2 ore
«Non c'era solo nitrato di ammonio»
La Ue attiva la protezione civile, Macron domani sarà in Libano
ITALIA
2 ore
Ryanair «viola le norme anti Covid-19»
Se la compagnia non porrà rimedio Enac imporrà «la sospensione di ogni attività di trasporto negli scali nazionali»
FOTO
LIBANO
4 ore
Beirut, un pericolo noto da oltre 6 anni
Il carico che ha alimentato la devastante esplosione si trovava nell'hangar dal settembre del 2013
REGNO UNITO
5 ore
Le fa la proposta... bruciando casa
Un uomo di Sheffield ha esagerato con le candele per realizzare una proposta di matrimonio
FOTO E VIDEO
LIBANO
6 ore
Beirut, il giorno dopo: «Vivi per miracolo»
Fonti della Difesa Usa smentiscono Trump e affermano che al momento non ci sono elementi per parlare di attentato
GIAPPONE
7 ore
L'oro sale sempre più su
In un anno le quotazioni sono salite del 33%
STATI UNITI
8 ore
Istanza di bancarotta per Virgin Atlantic negli Usa
La società aveva ricevuto il mese scorso 1,5 miliardi di dollari di aiuti per mantenere la solvibilità
FOTO
LIBANO
8 ore
Esplosione a Beirut: oltre 100 morti. «Abbandonate la città»
A causare il disastro sarebbe stato un incendio in un deposito dove erano stipate 2'750 tonnellate di nitrato di ammonio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile