Keystone
SPAGNA
15.02.19 - 10:560
Aggiornamento 13:36

Sanchez convoca elezioni generali per il 28 aprile

Il premier: «Il governo si è scontrato con il rifiuto della Finanziaria più sociale del nostro Paese»

MADRID - Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato ai suoi ministri che le elezioni generali anticipate si terranno il 28 aprile prossimo. Lo riportano i media spagnoli.

Meno di mille giorni - 959 - la durata della legislatura, cominciata con la mozione di censura di Pedro Sanchez al governo conservatore di Mariano Rajoy, che concluderà il prossimo 5 marzo dopo la pubblicazione sul bollettino ufficiale dello Stato dello scioglimento delle Cortes e la convocazione di elezioni per il 28 aprile.

Gli indipendentisti catalani di Esquerra Republicana e del PDeCat, che erano stati chiave per sostenere l'esecutivo minoritario socialista, con il voto negativo sulla Finanziaria per il rifiuto di Sanchez di negoziare il diritto all'autodeterminazione, hanno provocato la decisione di un ritorno anticipato alle urne.

«Quando alcuni partiti bloccano l'assunzione di decisioni, bisogna convocare elezioni», ha rilevato Pedro Sanchez, nel suo intervento dopo il consiglio dei ministri. Ha criticato «il clima di tensione» instaurato dalle opposizioni, e difeso allo stesso tempo il dialogo con gli indipendentisti «sempre nell'ambito della Costituzione».

Ha ricordato che la mozione di censura del giugno scorso all'esecutivo conservatore del Partido Popular «condannato per corruzione e finanziamento illecito» è stata «costruttiva» e il suo mandato «legittimo», con l'indicazione di «un programma di governo alternativo nello spirito della legge e della Costituzione».

E ha assicurato, allo stesso tempo, che gli impegni assunti «per rivalutare le pensioni, aumentare il salario minimo interprofessionale e il salario dei dipendenti pubblici saranno garantiti», indipendentemente dalla bocciatura della Finanziaria, respinta con i voti del Pp e Ciudadanos, ai quali si sono uniti quelli dei partiti indipendentisti.

Borsa in rialzo - La Borsa spagnola non teme le elezioni politiche anticipate con l'indice Ibex 35 che guadagna lo 0,3% a 8'974 punti. Madrid aveva avviato la seduta invariata per poi passare in rialzo dopo l'annuncio delle elezioni generali da parte del premier Pedro Sanchez.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report