Keystone
ITALIA
09.05.18 - 21:200
Aggiornamento : 21:42

Matrimonio 5 Stelle-Lega, Berlusconi dà il suo benestare

Il leader di Forza Italia non voterà tuttavia la fiducia. Ora è il momento del braccio di ferro fra Salvini e Di Maio su premier

ROMA - Dopo 66 giorni, cade il principale ostacolo che si frappone alla nascita di un governo politico tra i 5 Stelle e la Lega. Silvio Berlusconi concede il suo nulla osta alla trattativa tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio: non voterà la fiducia ma consente ai due leader di provare a siglare un'intesa.

È un varco che si apre anche con il benestare del Presidente della Repubblica che concede altro tempo ai partiti spostando a venerdì la presentazione di quel governo "neutrale" che dovrà farsi largo nel caso un cui ancora una volta le trattative politiche dovessero finire in un nulla di fatto.

È un'accelerazione politica che lo stesso Presidente ha auspicato quando, due giorni fa, ha annunciato la sua intenzione di porre fine allo stallo politico con una sua proposta di esecutivo. Il suo appello non è caduto nel vuoto e un vertice tra i capi politici della Lega e del M5s a fine mattina ha dato il segnale della ripartenza.

Il disgelo tra i possibili partner di un esecutivo si è infatti manifestato già di prima mattina quando tra i due leader sono arrivati espliciti segnali di apertura. "Ci provo fino all'ultimo" promette il segretario del Carroccio di prima mattina, poco prima che Luigi Di Maio pronunciasse parole di non belligeranza nei confronti di Silvio Berlusconi.

Nessun "veto su Berlusconi; è una volontà di dialogare con la Lega. Punto". Poi l'incontro, suggellato dalla richiesta congiunta di chiedere tempo al Quirinale prima che il Presidente affidi l'incarico al premier tecnico. Poi Matteo Salvini riunisce la sua truppa di parlamentari per metterli al corrente della trattativa riavviata, pur tra mille incognite:"tenete in conto di poter disdire le vacanze, non si può escludere che si torni al voto".

Stessa linea che tiene il M5s. "Io non ho disdetto la campagna elettorale. Salvini mi ha chiesto altre 24 ore e insieme le abbiamo chieste al Colle" mette in chiaro Di Maio che non cambia la sua agenda conferma per domani la sua trasferta a Parma da dove riparte la sua campagna elettorale. "Qualunque cosa accada l'alleanza del centrodestra non si romperà, è un prerequisito" precisa poi Salvini quando anche Forza Italia ha fatto il punto con la truppa di parlamentari che si rimettono alle decisioni del Cavaliere.

L'ok arriva in serata. Ed è quella dell'astensione benevola. Il governo Lega-M5S "non segna la fine dell'alleanza di centro-destra" è il via libera di Berlusconi. "Se un'altra forza politica della coalizione ritiene di assumersi la responsabilità di creare un governo con il M5s, prendiamo atto con rispetto della scelta.

Non sta certo a noi porre veti o pregiudiziali" ma, aggiunge, "non potremo certamente votare la fiducia. Di più a noi non si può chiedere". Insomma una strada diversa dall'appoggio esterno o altri compromessi perché, spiega Fi, o si è al governo o non si è. E una strada che libera gli azzurri dal portare la 'croce' di un eventuale fallimento della trattativa.

Il nodo resta ora quello della squadra e soprattutto della premiership. E' un punto cruciale che rispecchierà non solo i rapporti di forza ma il tipo di accordo che verrà raggiunto. Al momento nessuno si sbilancia e tutti assicurano che "si parla di temi e non di nomi". Ma le due partite, con Fi che "vigila" per così dire sull'accordo, sono ovviamente connessi.

Il Cavaliere ha i suoi interessi da tutelare, anche se in una posizione defilata dal governo e chiede garanzie. Ma il M5s ha in questa fase della trattativa più forza contrattuale. Tanto che qualcuno ha ipotizzato il rilancio di una sua candidatura alla premiership. Di Maio smentisce e conferma la ricerca di un premier terzo. "Le mie dichiarazioni di domenica sono ancora valide: la mia parola è una".

Commenti
 
miba 1 anno fa su tio
Insomma, girala e voltala come vuoi ma Berlusconi in un modo o nell'altro è sempre lì. Proprio lui, quello dai 100 scandali, quello che a fatto figure a gogo nel parlamento europeo, quello che ha cambiato le leggi in funzione dei propri interessi/profitti (alias televisioni), ecc ecc ecc, Un personaggio del genere in un contesto "normale" avrebbe dovuto fare le valigie dalla politica ma in Italia purtroppo così non è.....
Bär 1 anno fa su tio
Salvino un altro cadregaro come tutti. Hai perso la faccia con l'accordo assieme ai comunisti grillini
sedelin 1 anno fa su tio
blabla da secoli. buonanotte!
TOP NEWS Dal Mondo
UGANDA
8 min
Bucati o a rischio rottura, ritirati un milione di preservativi
I contraccettivi, donati dall'organizzazione benefica Marie Stopes, erano stati realizzati in India. In Uganda circa il 6% degli adulti è sieropositivo e solo l'11% programma le gravidanze
ITALIA
2 ore
Il Ponte Morandi è «a rischio crollo», spunta un report del 2014
Il documento è stato ignorato per anni da Atlantia e Aspi e ora è finito nelle mani della Guardia di finanza
ITALIA
2 ore
Greggio rifiuta la cittadinanza onoraria di Biella: «Per rispetto a Liliana Segre»
Solo una settimana fa, il Comune a guida leghista aveva rigettato il riconoscimento alla sopravvissuta di Auschwitz. Greggio: «Anche mio padre in un campo di concentramento»
AUSTRALIA
4 ore
L'Australia è ancora in balia del fuoco
Continua incessante l'allarme incendi negli Stati orientali New South Wales e Queensland. Decine di roghi fuori controllo e temperature da record per novembre complicano ulteriormente le cose
TURCHIA / SVIZZERA
7 ore
«Ecco come si compone il prezzo di una felpa»
Quanto della somma pagata arriva agli operai in fabbrica? E quanto si intasca la catena d'abbigliamento? Public-Eye ha tentato una stima
ITALIA
7 ore
Usa la foto di un ragazzo più avvenente per "cuccare": condannato a fare lo stradino
Il 22enne è stato processato con l'accusa di sostituzione di persona
BERLINO
16 ore
Clima, i Paesi ricchi stanno tradendo l'accordo salva Terra
Sconfortante rapporto sulle emissioni di CO2: nessuna nazione del G20 in linea con obiettivi Parigi. Preoccupano Russia, Arabia Saudita e Turchia, ma anche la marcia indietro cinese
ITALIA
16 ore
Cesare Battisti sconterà l'ergastolo
La Cassazione ha negato i trent'anni richiesti dall'ex terrorista italiano arrestato lo scorso gennaio dopo 37 anni di latitanza
MESSICO
18 ore
Scontro fra tre autobus, 13 morti
L'incidente è avvenuto su una strada che collega Città del Messico con Pachuca
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile