Keystone
SERBIA
05.03.18 - 11:480

Belgrado, trionfa Vucic con oltre 45%

Si conferma così la larga vittoria della lista guidata dal Partito del progresso serbo (Sns)

BELGRADO - Nelle amministrative di ieri a Belgrado, dopo lo spoglio del 71,39 delle schede, si conferma la larga vittoria della lista guidata dal Partito del progresso serbo (Sns, conservatore) del presidente Aleksandar Vucic, che si aggiudica il 45,60% dei voti e 64 seggi sul totale di 110 all'Assemblea municipale della capitale.

Come ha riferito stamane la commissione elettorale, solo altre tre liste sulle 24 partecipanti al voto hanno superato lo sbarramento del 5%.

Al secondo posto molto distanziata figura la coalizione guidata dall'ex sindaco Dragan Djilas con il 18,71% e 26 seggi, seguita da Aleksandar Sapic, ex campione di pallanuoto jugoslavo e attualmente capo della circoscrizione Novi Beograd della capitale, che ha ottenuto l'8,27% e 11 seggi, e dal Partito socialista serbo (Sps) del ministro degli esteri Ivica Dacic con il 6,35% e 9 seggi. Tulle le altre liste e formazioni politiche sono rimaste sotto la soglia del 5%.

Da registrare in particolare il crollo verticale del Partito democratico (Ds) di Dragan Sutanovac, sceso molto sotto al 5% da oltre il 30% che aveva pochi anni fa. L'affluenza è risultata del 50,8% sul totale dei poco più di 1,6 milioni di aventi diritto. La lista Vucic si è largamente affermata anche negli altri tre comuni nei quali si è votato ieri - Bor, Arandjelovac e Sevojno - con percentuali ben oltre il 50%.

Dragan Djilas ha denunciato numerose irregolarità che avrebbero falsato il voto, cosa questa respinta da Vucic che ha parlato di grande senso di responsabilità degli elettori che hanno premiato la politica del fare e della serietà e non quella dell'odio per l'avversario.

Nella notte Vucic ha festeggiato con la sua squadra di collaboratori nella sede dell'Sns, che ha organizzato fuochi d'artificio, anche per celebrare il 48/mo compleanno del presidente che ricorre oggi.

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
9 min
«Si chiudano i mercati di animali selvatici»
Come quello di Wuhan da dove sarebbe partita la pandemia, lo chiede una Convenzione delle Nazioni Uniti
CINA
2 ore
Esperti ignorati, luoghi turistici già affollati
L'intenzione della Cina di riprendere con calma non pare essere stata compresa bene
STATI UNITI
4 ore
Diritti d'autore, è battaglia tra la Universal e Tik Tok
Da un anno è in corso una trattativa per il pagamento dei diritti della musica utilizzata dai video della famosa app
ITALIA
5 ore
Scoperti i meccanismi d'attacco del virus
I ricercatori italiani hanno realizzato una mappa che mostra in che modo il Covid-19 invade le cellule
SPAGNA
6 ore
Troppi morti, funerali in cinque minuti
Padre Edduar ha raccontato il triste momento che sta vivendo il cimitero La Almudena di Madrid
BRASILE
6 ore
Scarcerati 30'000 detenuti a causa del coronavirus
Alla maggior parte di loro non è stata installata la cavigliera elettronica a causa della mancanza di dispositivi
GERMANIA
7 ore
L'Europa rischia di fallire?
Lo sostengono gli ex ministri degli esteri tedeschi Gabriel e Fischer
REGNO UNITO
8 ore
Nuova ricerca: quattro pazienti su cinque sarebbero asintomatici
Su 166 persone identificate, ben 130 non presentavano sintomi
MONDO
10 ore
Boris Johnson resta al comando dall'ospedale
Gli ultimi aggiornamenti internazionali sulla pandemia di Covid-19
NEW YORK
13 ore
Covid-19, la tigre contagiata dal custode
È successo in uno zoo del Bronx. Altre tre tigri e tre leoni hanno gli stessi sintomi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile