Keystone
ITALIA
12.02.18 - 07:110

Isis, ministri della difesa riuniti a Roma

«Il combattimento non è finito», ha detto il capo del Pentagono James Mattis

ROMA - Una quindicina di ministri della difesa della coalizione internazionale anti Isis si riunirà martedì a Roma per decidere quale seguito dare alla loro azione comune dopo la sconfitta dell'Isis in Siria e in Iraq.

Lo ha reso noto il capo del Pentagono James Mattis imbarcandosi per Roma. «Il combattimento non è finito», ha detto. La riunione di Roma sarà concomitante con quella dei ministri degli esteri dei Paesi della Coalizione, in programma in Kuwait.
 
Foreign fighter - Anche la spinosa questione della sorte dei foreign fighter catturati in Siria e in Iraq sarà al centro del vertice dei ministri della difesa della coalizione globale anti Isis. Lo ha reso noto Kathy Wheelbarger, un responsabile del Pentagono.

Gli Usa, secondo i media americani, premono sugli alleati perché i militanti siano processati nei loro Paesi, una istanza che dovrebbe essere perorata dal capo del dipartimento della difesa Jim Mattis.

Una questione diventata ancora più urgente dopo la cattura di due britannici che appartenevano al famigerato gruppo dei 'Beatles' che torturava e decapitava gli ostaggi occidentali: gli Usa non vogliono mandarli a Guantanamo mentre i leader britannici hanno lasciato intendere che non vogliono siano rimpatriati.

«Lavoriamo con la coalizione sulla questione dei combattenti stranieri detenuti e ci aspettiamo che rientrino nei loro Paesi d'origine che dovrà disporne», ha spiegato Wheelbarger, incaricato della sicurezza internazionale al Pentagono, ai giornalisti che accompagnano il segretario alla difesa Jim Mattis a Roma.

La coalizione curdo-araba alleata degli Usa si ritrova sommersa da migliaia di jihadisti fatti prigionieri nelle vittoriose battaglie della coalizione, tra cui centinaia di foreign fighter catturati o arresisi durante la presa di Raqqa.
 
 

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
27 min
L'autopsia di George Floyd rivela che era positivo al coronavirus
Proteste pacifiche in molte città Usa, ma a New York 90 nuovi arresti
EUROPA
2 ore
Riconoscimento facciale? Bastano gli occhi, o la camminata
Le mascherine, che bloccano l'operatività del riconoscimento facciale, non hanno effetti su altri sistemi
STATI UNITI
8 ore
Le proteste potrebbero provocare una nuova ondata di contagi
Il chirurgo generale degli Stati Uniti lancia l'allarme
STATI UNITI
9 ore
L'agente che ha soffocato Floyd accusato di omicidio volontario
Il procuratore generale del Minnesota ha riqualificato le accuse nei confronti di Derek Chauvin.
STATI UNITI
9 ore
Rubano l'auto dei nonni, muoiono in un incidente due fratellini di 6 e 7 anni
I due bambini sono morti sul colpo in seguito ad uno spettacolare incidente
STATI UNITI
11 ore
Si rifiutano di servire i poliziotti: licenziati in 4
Caos anche nella ristorazione negli States, la vicenda vissuta da Condado Tacos fa discutere
STATI UNITI
12 ore
Polemica Amazon: rimossi i bonus ai dipendenti che si recano al lavoro durante la pandemia
La decisione ha raccolto le critiche del personale: «Ci sentiamo ancora in pericolo»
STATI UNITI
13 ore
428 persone bloccate al collo dalla polizia di Minneapolis
In due terzi dei casi la procedura è stata applicata a persone di colore
ITALIA
14 ore
«Parlare ora di seconda ondata non ha senso»
Il primario dell'ospedale San Raffaele, Alberto Zangrillo, conferma la propria posizione sull'evoluzione della pandemia
STATI UNITI / CINA
15 ore
Gli Stati Uniti hanno vietato i voli delle compagnie aeree cinesi
La misura, sarà attiva dal 16 giugno ed è una ritorsione perché quelle americane in Cina non possono (ancora) volare
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile