IRAN
05.11.16 - 18:560

Una nuova donna nel governo di Rohani

Zahra Ahmadipuor è stata nominata vice presidente responsabile dei Beni Culturali e del Turismo. È la terza donna presente nell'esecutivo

TEHERAN - Il presidente dell'Iran, Hassan Rohani, ha nominato questa sera Zahra Ahmadipuor vice presidente responsabile dei Beni Culturali e del Turismo. La comunicazione è stata data sul sito web del presidente iraniano. Ahmadipour è la terza donna nominata nell'esecutivo di Rohani.

Nella lettera di nomina, il presidente sottolinea «l'impegno e il valore scientifico, oltre alla preziosa esperienza» di Ahmadipour.

La nuova vice presidente nell'esecutivo iraniano è docente universitaria di geografia, specializzata in geopolitica e relazioni internazionali, ed è stata direttrice generale dell'ufficio per la ripartizione territoriale del ministero dell'Interno.

Le altre due donne nell'esecutivo di Rohani sono Masoumeh Ebtekar, vice presidente per la Protezione dell'ambiente, e Shahindokht Molaverdi, vice presidente per le Donne e la Famiglia.

Commenti
 
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
2 ore

Hanno avvistato un rarissimo panda albino

A immortalarlo una trappola fotografica in una riserva naturalistica cinese, l'esperto: «Sembra forte e in salute»

FRANCIA
3 ore

Attentato di Lione: tre arresti

Fermato un 24enne - ritenuto l'autore materiale -, così come una donna e un altro individuo, ossia, secondo i media, madre e fratello del principale sospettato

ITALIA / STATI UNITI
5 ore

FCA e Renault, dalle nozze il terzo più grande costruttore di auto

La fusione darebbe vita ad un gruppo con una capitalizzazione di mercato di 33 miliardi di euro. Il Governo francese è favorevole: «Attendiamo però di conoscere tutte le condizioni»

EUROPEE
6 ore

I sovranisti avanzano. In crescita gli ecologisti

In Italia la Lega è il primo partito col 34%. Crolla invece il Movimento 5 stelle al 17%

POLONIA
7 ore

Pedofilia, un docu-film fa tremare la Polonia cattolica

In rete da alcuni giorni un documentario su presunti abusi sessuali perpetrati da sacerdoti cattolici ai danni di bambini negli ultimi decenni in Polonia

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report