Keystone
GIAPPONE
15.05.19 - 10:100

Novartis: 308 mila franchi per un'iniezione di Kymriah

È la prima terapia genetica per certe forme di leucemia

ZURIGO - I malati giapponesi affetti da certe forme di leucemia potranno farsi curare in futuro col Kymriah, una terapia genetica messa a punto da Novartis. Dopo numerose trattative, è stato deciso che il sistema nazionale sanitario nipponico dovrà sborsare 33,5 millioni di yen (circa 308 mila franchi) per un'iniezione di questo preparato.

In una nota odierna, il gigante farmaceutico basilese si dice contento di poter vendere questa nuova terapia nel paese del Sol Levante dopo alcune settimane di trattative.

Negli Stati Uniti, il Kymriah è disponibile a 475 mila dollari e in Francia il prezzo provvisorio stabilito nel gennaio scorso ammonta a 320 mila euro (circa 360'000 franchi).

Kymriah è stato omologato in Svizzera lo scorso ottobre come prima terapia genetica in assoluto al costo di 370 mila franchi. Il prezzo aveva provocato la reazione di Thomas Cerny, presidente della fondazione Ricerca svizzera contro il cancro, che aveva parlato di un'esagerazione.

A suo avviso questo genere di cure andrebbe lasciato alla medicina universitaria e non alle aziende. Con Kymriah Novartis non ha infatti brevettato una pillola, bensì un procedimento.

La terapia si basa su linfociti T: queste cellule immunitarie vengono estratte dal sangue del paziente e riprogrammate geneticamente per colpire il tumore; in seguito vengono moltiplicate e iniettate nell'organismo, dove contrastano la malattia. Il metodo d'approccio comporta oneri elevati e ha gravi effetti collaterali. Per i pazienti affetti da leucemia è quindi spesso l'ultima speranza.

Lo scorso 19 di gennaio, in un'intervista alla "Handelszeitung", il CEO di Novartis Vas Narasimhan aveva chiesto una revisione profonda dei meccanismi riguardanti i prezzi dei farmaci, non escludendo pagamenti scaglionati per i trattamenti più onerosi, o il loro rimborso in caso di efficacia insufficiente.

Oltre al Kymriah, Novartis potrebbe anche chiedere l'omologazione di un altro trattamento genico sperimentale, il Zolgensma (AVXS-101), volto a combattere l'atrofia muscolare spinale di tipo uno. La tariffa potrebbe superare il milione di franchi. Sviluppato dal laboratorio americano Avexis, è stato acquisito nel maggio 2018 per 9 miliardi di dollari (circa 8,92 miliardi di franchi).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
«Bill Clinton era sull'isola privata di Epstein»
Lo afferma, in una docuserie che uscirà domani su Netflix, un dipendente del tycoon morto nel 2019
CANADA
3 ore
«La pandemia? È un ottimo momento per costruire un oleodotto»
Una ministra canadese non ha nascosto la propria soddisfazione per l'impossibilità di organizzare proteste.
STATI UNITI
4 ore
Troppe auto con le chiavi all'interno, e i furti s'impennano
Solo a New York questo tipo di reato è aumentato del 63%. Le forze dell'ordine ricordano di chiudere i veicoli
REGNO UNITO
4 ore
Crisi coronavirus: HSBC taglia oltre 35'000 posti di lavoro
Il piano di ristrutturazione del gruppo bancario potrebbe aumentare ancor di più il numero di licenziamenti
ITALIA
6 ore
Un guarito dal Covid-19 ogni tre avrà problemi respiratori cronici
Perché nei casi più gravi il virus può lasciare cicatrici sul polmone e danni irreversibili
ECUADOR
7 ore
Proteste e scontri violenti contro le misure del Governo
Sono migliaia le persone scese in piazza per manifestare contro le decisioni di Lenin Moreno
STATI UNITI
10 ore
LATAM Airlines: si spengono le luci in cabina
Si tratta della seconda compagnia aerea a presentare istanza di fallimento nel mese di maggio
AUSTRALIA
10 ore
Il fumo, il killer nascosto degli incendi boschivi
Il terribile impatto sulla salute causato dall'inalazione dei fumi ha toccato migliaia di persone
BANGLADESH / SVIZZERA
13 ore
«In molti in Svizzera si preoccupano per quelle operaie»
In Bangladesh, la pandemia ha evidenziato le pecche di un'industria dell'abbigliamento malata: «Dev'esserci una svolta».
MONDO
18 ore
La sanità scrive al G20
40 milioni di persone uniti in una lettera, la più grande mobilitazione della comunità sanitaria degli ultimi 5 anni.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile