Keystone
GIAPPONE
15.05.19 - 10:100

Novartis: 308 mila franchi per un'iniezione di Kymriah

È la prima terapia genetica per certe forme di leucemia

ZURIGO - I malati giapponesi affetti da certe forme di leucemia potranno farsi curare in futuro col Kymriah, una terapia genetica messa a punto da Novartis. Dopo numerose trattative, è stato deciso che il sistema nazionale sanitario nipponico dovrà sborsare 33,5 millioni di yen (circa 308 mila franchi) per un'iniezione di questo preparato.

In una nota odierna, il gigante farmaceutico basilese si dice contento di poter vendere questa nuova terapia nel paese del Sol Levante dopo alcune settimane di trattative.

Negli Stati Uniti, il Kymriah è disponibile a 475 mila dollari e in Francia il prezzo provvisorio stabilito nel gennaio scorso ammonta a 320 mila euro (circa 360'000 franchi).

Kymriah è stato omologato in Svizzera lo scorso ottobre come prima terapia genetica in assoluto al costo di 370 mila franchi. Il prezzo aveva provocato la reazione di Thomas Cerny, presidente della fondazione Ricerca svizzera contro il cancro, che aveva parlato di un'esagerazione.

A suo avviso questo genere di cure andrebbe lasciato alla medicina universitaria e non alle aziende. Con Kymriah Novartis non ha infatti brevettato una pillola, bensì un procedimento.

La terapia si basa su linfociti T: queste cellule immunitarie vengono estratte dal sangue del paziente e riprogrammate geneticamente per colpire il tumore; in seguito vengono moltiplicate e iniettate nell'organismo, dove contrastano la malattia. Il metodo d'approccio comporta oneri elevati e ha gravi effetti collaterali. Per i pazienti affetti da leucemia è quindi spesso l'ultima speranza.

Lo scorso 19 di gennaio, in un'intervista alla "Handelszeitung", il CEO di Novartis Vas Narasimhan aveva chiesto una revisione profonda dei meccanismi riguardanti i prezzi dei farmaci, non escludendo pagamenti scaglionati per i trattamenti più onerosi, o il loro rimborso in caso di efficacia insufficiente.

Oltre al Kymriah, Novartis potrebbe anche chiedere l'omologazione di un altro trattamento genico sperimentale, il Zolgensma (AVXS-101), volto a combattere l'atrofia muscolare spinale di tipo uno. La tariffa potrebbe superare il milione di franchi. Sviluppato dal laboratorio americano Avexis, è stato acquisito nel maggio 2018 per 9 miliardi di dollari (circa 8,92 miliardi di franchi).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
STATI UNITI
1 ora

Trovato il relitto dell'ultima nave che ha trasportato schiavi negli Usa

La Clotilda operava in segreto e fu affondata intenzionalmente nel 1860

FOTO
ITALIA
9 ore

«L'autista era distratto con la radio»

È la tesi seguita dagli inquirenti che indagano sull'incidente avvenuto ieri sulla Siena-Firenze. Lo schianto ha provocato la morte di una donna e decine di feriti

GERMANIA
11 ore

Deutsche Bank si rinnova: «Pronti a tagli pesanti»

Davanti agli azionisti (insoddisfatti) il Ceo dell'istituto ha annunciato oggi il ridimensionamento del ruolo dell'investment banking

MONDO
12 ore

Facebook ha rimosso 2,2 miliardi di account falsi

Il dato riguarda il primo trimestre del 2019: molti di essi sono stati cancellati appena dopo la pubblicazione

ISRAELE
14 ore

È stata ricreata la birra bevuta dai faraoni

L'esperimento, descritto sulla rivista Mbio, è stato condotto nell'Università ebraica di Gerusalemme.

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report