STATI UNITI
14.05.14 - 07:560
Aggiornamento : 13.11.14 - 00:31

Sospesa la pena di morte, il condannato è un minorato

Arrivato a un passo dal lettino dell'iniezione letale, il condannato James Campbell si è visto sospendere l'esecuzione a causa di problemi mentali

NEW YORK - Scricchiola anche in Texas la ben oliata macchina della pena di morte: arrivato a un passo dal lettino dell'iniezione letale, il condannato James Campbell si è visto sospendere l'esecuzione a causa di problemi mentali.

I giudici del Quinto Circuito delle Corti d'Appello che poche ore prima avevano rifiutato un'altra richiesta dei suoi legali, hanno accettato un ricorso basato sulla scoperta negli archivi statali di documenti che dimostravano il basso quoziente intellettivo di Campbell. Funzionari dello stato avevano tenuto nascosti i risultati di test condotti sul detenuto, uno che lo metteva a quota 68 quando era bambino e l'altro a 71, poco dopo l'arrivo nel braccio della morte.

Il Texas ha messo a morte 515 condannati con l'iniezione letale dal 1982. Dal 2012 ha sostituito il cocktail-killer a base di tre farmaci con un solo potentissimo anestetico, il pentobarbital. La sentenza della Corte d'Appello di oggi mette in crisi il sistema della morte di stato inferendo che il processo legale che porta all'esecuzione può essere viziato da errori.

La Corte Suprema, in base a una sentenza del 2002, ha messo al bando le esecuzioni di persone definite per legge "ritardati mentali", con un quoziente, cioè, di "circa 70". Il Texas negli Stati Uniti è lo stato guida per numero di esecuzioni. Quella di Campbell, condannato per il feroce omicidio di una ragazza di 20 anni, doveva essere la prima dopo il fiasco del boia dell'Oklahoma quando il condannato Clayton Lockett è morto di infarto 43 minuti dopo esser stato legato al lettino dell'iniezione. L'Oklahoma, in seguito al fallimento, ha dichiarato nei giorni scorsi una moratoria di sei mesi delle esecuzioni. Gli avvocati di Campbell avevano evocato l'orribile agonia di Lockett quando avevano fatto appello in extremis alla magistratura chiedendo che lo stato del Texas rendesse nota la provenienza dell'anestetico usato dal boia. I giudici avevano però respinto questo ricorso.

ATS

Commenti
 
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
4 ore
40 anni di Capitan Harlock, Matsumoto ha un malore
Il disegnatore giapponese, a Torino per i festeggiamenti, sarà sottoposto a una tac. Forse un ictus
CINA
8 ore
Hong Kong: la polizia arresta due studenti tedeschi
I due sono nell'ex colonia per uno scambio di studi con la Lingnan University. A entrambi è stata concessa l'assistenza consolare
STATI UNITI
9 ore
Ex ambasciatrice Usa: «Mi sentii minacciata da Trump». Lui twitta
Lo sdegno per le intimidazioni in diretta da parte del presidente americano è bipartisan
REGNO UNITO
11 ore
Caso Epstein: il principe Andrea replica alle accuse
Il duca di York si è sottoposto a un'intervista che andrà in onda domani sera sulla Bbc
ROMANIA
14 ore
Mafia del legno: aggredita troupe di Netflix
L'episodio è accaduto qualche settimana fa durante le riprese, ma è stato raccontato alla stampa solo in questi giorni da Gabriel Paun
FRANCIA
15 ore
Ceva Logistics, aperta la sede centrale a Marsiglia
L'azienda è stata acquisita dall'armatore francese CMA CGM
VIDEO
ITALIA
15 ore
Venezia: raggiunti i 154 cm
Alto il valore anche a Burano dove la marea ha raggiunto i 149 centimetri e a Chioggia con 146
AUSTRALIA
19 ore
Atterrato a Sydney il primo volo non-stop da Londra
Un viaggio record quello del Boeing 787-9 per la durata ma anche per la distanza percorsa, 17'800 km
IRAN
19 ore
L'Iran raziona il petrolio e aumenta i prezzi
Le entrate serviranno per aumentare i sussidi ai bisognosi, stimati in 18 milioni di persone
STATI UNITI
21 ore
Minaccia di sparare ai suoi allievi: insegnante arrestata
La donna insegnava in una scuola media dello stato di Washington e ora si trova in congedo amministraivo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile