Immobili
Veicoli
Keystone
ITALIA
28.09.21 - 14:000

Controlli dei Carabinieri sul Green Pass: 236 violazioni. La maggior parte nei ristoranti

Cinque persone sono state denunciate per aver utilizzato un certificato di un'altra persona, o un test Covid falso

ROMA - Proseguono i controlli dei Carabinieri NAS in merito al corretto utilizzo del Green Pass. Dall'entrata in vigore, sono state ispezionate 5'000 attività. Durante i controlli sono state registrate 236 violazioni totali, delle quali 128 ai titolari di esercizi commerciali e trasporti, ritenuti responsabili di omessa verifica del certificato. 

In particolare la maggior parte delle sanzioni (116) si sono verificate in bar, ristoranti e pizzerie. Seguono le palestre, piscine e centri benessere (58), sale scommesse e attività ricreative (38), e infine sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza (24). 

Il totale delle sanzioni amministrative ammonta a 94'000 euro. 

Green pass "in prestito" - A queste si aggiungono cinque violazioni penali per i reati di falso e sostituzione di persona, poiché ritenute responsabili di aver utilizzato un green pass appartenente ad altre persone, o di aver esibito un certificato falso che attestava la negatività di un test covid. 

Misure di contenimento violate - Durante i controlli, i NAS hanno verificato anche la corretta applicazione delle misure di contenimento alla diffusione pandemica, riscontrando 196 violazioni, tra cui l'inosservanza delle operazioni di sanificazione dei mezzi, l'assenza di dispenser per l'igienizzazione delle mani, un uso delle mascherine scorretto o assente, le mancate informazioni agli utenti sulle norme di comportamento e distanziamento. 

Inoltre sono stati emessi anche dei provvedimenti di chiusura temporanea da uno a cinque giorni nei confronti di nove attività, tra le quali due palestre a Torino e Palermo, un bar in provincia di Campobasso, un fast-food etnico a Cremona, un ristorante in provincia di Messina e una sala scommesse di Ardea (Roma).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
11 ore
Estirpato il diritto all'aborto: «Un giorno triste per gli Stati Uniti»
«La Corte suprema ha portato via un diritto costituzionale», ha dichiarato il presidente Joe Biden.
FOTO
STATI UNITI
14 ore
La Corte suprema americana ha cancellato il diritto all'aborto
L'interruzione di gravidanza non sarà più un diritto costituzionale, decideranno gli Stati: «È una questione morale»
ITALIA
15 ore
«La testa della funivia andava cambiata»
I periti hanno ottenuto un rinvio per il deposito delle perizie tecniche. Riconvocate le parti per fine ottobre
STATI UNITI
21 ore
Dosi elevate di Thc «aumentano le brutte esperienze con la cannabis»
Dal 1995 a oggi il tenore della sostanza psicotropa è cresciuto enormemente, dal 4 al 95% in alcuni casi
REGNO UNITO
1 gior
Venti milioni: tutte le vite salvate dai vaccini
Secondo uno studio nel primo anno di campagna vaccinale sono stati evitati il 79% dei decessi grazie al preparato
MONDO
1 gior
Scoperto batterio gigante visibile a occhio nudo
Lungo circa un centimetro, è 5'000 volte più grande della stragrande maggioranza dei batteri.
UNIONE EUROPEA
1 gior
Ucraina ammessa tra i candidati all'entrata nell'Unione Europea
Con lei, anche la Moldavia. L'ha deciso il Consiglio Europeo.
MALTA
1 gior
Impossibile portare a termine la gravidanza, ma non può abortire
Due statunitensi in vacanza si scontrano con la legge più dura d'Europa. E una donna e una bambina rischiano di morire
STAT UNITI
1 gior
La scuola di Uvalde verrà rasa al suolo
Lo ha annunciato il sindaco della città. Nel frattempo il capo della polizia è stato posto in congedo amministrativo
ITALIA
1 gior
«Mi ha chiesto dei soldi. Le ho detto che mi dispiaceva»
Il regista canadese è stato interrogato ieri pomeriggio al tribunale di Brindisi. Oggi la decisione della giudice
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile