Immobili
Veicoli
KEYSTONE
Nuovamente sospesa l'inchiesta sull'esplosione nel porto di Beirut.
LIBANO
28.09.21 - 11:050

Nuova sospensione per l'inchiesta sull'esplosione nel porto di Beirut

Presentata richiesta di ricusazione del giudice. Già a dicembre 2020 c'era stato uno stop

BEIRUT - In Libano l'inchiesta sulla devastante esplosione del porto di Beirut del 4 agosto 2020 e nella quale sono state uccise più di 200 persone, è stata sospesa dopo che gli avvocati di uno degli indagati, deputato ed ex ministro, hanno presentato una ricusazione contro il titolare della stessa indagine, il giudice Tareq Bitar, più volte sotto pressione da parte della classe politica al potere.

Media di Beirut riferiscono che la ricusazione presentata dai legali dell'ex ministro degli interni Nuhad Mashnuq (Nouhad Machnouk) è basata su una presunta parzialità del lavoro di Bitar, subentrato nel gennaio di quest'anno al predecessore, costretto a lasciare dopo analoghe pressioni da parte della classe politica.

L'inchiesta era già stata sospesa nel dicembre del 2020 quando era stato rimosso il giudice Fadi Sawan, allora titolare dell'indagine.

L'inchiesta di Bitar ha finora incriminato formalmente nove alti rappresentanti istituzionali e della sicurezza libanese per l'esplosione il 4 agosto 2020 di 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, per sette anni immagazzinate nel porto di Beirut.

Per legge, la corte d'appello di Beirut deve ora esaminare la richiesta di ricusazione e l'indagine è formalmente sospesa. Fonti giudiziarie libanesi affermano che l'istanza presentata dagli avvocati di Mashnuq sarà con molta probabilità respinta.

Ma questo espediente, affermano, farà comunque guadagnare tempo all'ex ministro e deputato, che dal 19 ottobre prossimo - quando il parlamento tornerà a riunirsi - sarà di nuovo protetto dall'immunità istituzionale di cui oggi è invece sprovvisto a causa della transizione tra il governo uscente e quello entrante.

Oltre a Mashnuq un altro ex ministro, Yussef Fenanios, su cui pende un mandato di arresto emesso dall'ufficio di Bitar, ha presentato un'analoga ricusazione contro il titolare dell'inchiesta.

Secondo fonti giudiziarie confermate da media libanesi, Bitar è stato direttamente minacciato dal movimento sciita filo-iraniano Hezbollah, che di fatto guida la coalizione governativa e la maggioranza parlamentare in Libano.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
3 ore
Siamo «a un singolo incidente dalla apocalisse»
L'Ucraina è il terreno sul quale si sta consumando la «sfida finale» tra Mosca e Washington
ITALIA
3 ore
La strage di Capaci, trent'anni di buchi neri
Il 23 maggio 1992 moriva Giovanni Falcone, ucciso con la moglie e gli agenti della scorta in un attentato da Cosa nostra
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
«Putin non ha ottenuto granché, finora»
Per l'alto generale britannico Richard Dannatt, la Russia non ha ancora raggiunto alcun obbiettivo
CINA
13 ore
Ripartono i trasporti pubblici a Shanghai
Molti viaggiatori si sono equipaggiati con mascherine, camici e guanti
MONDO
22 ore
Vaiolo delle scimmie: i casi sono una novantina in 14 nazioni
L'insolita diffusione del virus, noto da tempo, ha allertato le autorità e l'Oms che monitora la situazione
BELGIO / SPAGNA
1 gior
Il festival fetish, la sauna e il Pride: alla ricerca delle origini del vaiolo delle scimmie
Autorità sanitarie al lavoro per ricostruire la catena dei contagi
STATI UNITI
1 gior
Dopo Buffalo, c'è paura tra la popolazione afroamericana
Secondo un sondaggio, 3 persone su 4 temono di essere attaccati. O che possa esserlo qualcuno a loro vicino
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
1 gior
«La guerra finirà definitivamente solo attraverso la diplomazia»
Mosca valuta di scambiare i combattenti del battaglione Azov con l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk.
TURCHIA / FINLANDIA / SVEZIA
1 gior
Telefoni bollenti tra Ankara, Helsinki e Stoccolma
Erdogan chiede alla Svezia di non sostenere organizzazioni terroristiche, Niinisto ribadisce la sua condanna
FOTO
MONDO
1 gior
Facciamo il punto sul vaiolo delle scimmie
Il virus di cui si sta parlando tantissimo sotto la lente per capire che no, non è il nuovo Covid
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile