Immobili
Veicoli
REUTERS
Le fiamme che devastano la Sierra Bermeja.
+1
SPAGNA
12.09.21 - 21:400

Le montagne che dominano la Costa del Sol continuano a bruciare

Il cambiamento della direzione del vento e l'assenza di pioggia stanno giocando un ruolo cruciale

MALAGA - È peggiorato l'incendio che sta devastando la Sierra Bermeja, catena montuosa che domina la parte occidentale della Costa del Sol, in Spagna.

Un inaspettato cambiamento della direzione del vento, avvenuto nelle prime ore di domenica, ha cambiato le carte in tavola, riferisce il quotidiano El Pais. Le fiamme hanno mangiato almeno 7000 ettari di foresta e hanno costretto allo sgombero i residenti di sette comuni. Si parla di oltre 1600 persone, alle quali vanno sommate le circa 1000 che da mercoledì hanno già lasciato le proprie abitazioni e fattorie.

Il rogo, sempre più difficile da tenere sotto controllo, ha portato all'attivazione del Nucleo Militare di Emergenza (UME), con due battaglioni di militari che presidiano l'ingresso dei centri abitati della zona montuosa. Nelle prossime ore è atteso l'arrivo sul posto di specialisti da Valencia e dalla Catalogna.

Oltre 40 mezzi aerei sono in volo costantemente e gettano acqua sul fronte delle fiamme, allo scopo di domarle o perlomeno mantenere il perimetro sotto controllo. «A questo punto, solo la pioggia può aiutare a spegnere l'incendio» osserva El Pais, aggiungendo mestamente che le previsioni meteo non appaiono particolarmente favorevoli. «Stiamo parlando di una potenza e di una forza insolite per gli incendi che siamo abituati a vedere nel nostro paese» ha affermato il direttore del servizio di prevenzione ed estinzione incendi dell'Andalusia. Questo particolare rogo appare molto instabile e virulento e a peggiorare le cose ci sono sia gli agenti atmosferici (la mancanza di pioggia e il vento, come detto) ma anche la morfologia dei luoghi, spesso troppo impervi per poter accedervi con i mezzi dei pompieri.

keystone-sda.ch (Alex Zea)
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
9 ore
«A Downing Street si beveva ogni venerdì sera»
Il "Partygate" continua far discutere: mentre Johnson pensa a licenziamenti e divieti, molti chiedono la sua rimozione
STATI UNITI
12 ore
«Questo virus rimarrà con noi, probabilmente per sempre»
Parola di Robert Wachter, una delle voci più ascoltate sulla pandemia negli Usa
STATI UNITI
18 ore
Il ritorno di Trump: «Riprendiamoci l'America»
Durante un comizio in Arizona ha rispolverato tutti i suoi argomenti da campagna elettorale
STATI UNITI
20 ore
Ostaggi salvi, morto il sequestratore
È finito l'incubo nella sinagoga di Colleyville in Texas. Le forze speciali sono entrate in azione
TONGA
1 gior
Eruzione sottomarina, onde alte più di un metro raggiungono il Giappone
Piccole inondazioni si sono verificate anche alle Hawaii, e le spiagge sono state chiuse
LIVE CORONAVIRUS
1 gior
«Bisogna concentrarsi sulla variante Delta, che determina casi più gravi»
«La variante Delta è ancora presente e se andassimo ad un livello di contagio più alto rappresenterebbe un problema»
TONGA
1 gior
Potente eruzione sottomarina, uno tsunami colpisce Tonga
Si segnalano già onde alte oltre un metro che s'infrangono sulle case della capitale, Nuku'alofa
AUSTRALIA
1 gior
Nole è di nuovo in detenzione
Lo fanno sapere i suoi avvocati. Oggi per Djokovic sarà il giorno della verità?
AUSTRALIA
2 gior
Nole espulso: «Maltrattato un intero Paese»
Il campione serbo ha un piede e mezzo fuori dal primo Slam stagionale dopo che l'Australia gli ha ancora tolto il visto.
STATI UNITI
2 gior
Netflix vuole colonizzare l'Asia
Il successo di Squid Game potrebbe fungere da cavallo di Troia: «L'obiettivo è arrivare a mezzo miliardo di utenti».
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile