keystone-sda.ch / STF (ERIK S. LESSER)
Donald Trump si è scagliato contro il suo successore alla Casa Bianca per quanto sta accadendo in Afghanistan.
AFGHANISTAN
22.08.21 - 12:190

I talebani danno agli Usa la colpa del caos all'aeroporto di Kabul, e anche Trump attacca

Anche l'ex primo ministro britannico Tony Blair ritiene «pericoloso» e «non necessario» il ritiro delle truppe

KABUL - C'è un solo responsabile per il caos di questi giorni all'aeroporto di Kabul: gli Stati Uniti. 

È quanto ha affermato Amir Khan Mutaqi, funzionario dei talebani. «L'America, con tutta la sua potenza e le sue strutture... non è riuscita a portare l'ordine all'aeroporto. C'è pace e calma in tutto il Paese, ma c'è caos solo all'aeroporto di Kabul».

L'attacco di Trump... - Non sono solo i miliziani ad attaccare la gestione della crisi afghana da parte dell'amministrazione Biden: parole di fuoco sono state pronunciate dall'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Quella attualmente in corso, a suo dire, è la «più grande umiliazione in politica estera» della storia americana. Frasi che Trump ha pronunciato durante un appuntamento elettorale in Alabama e che scaricano su Biden tutta la responsabilità della presa di potere talebana.

«La fallimentare uscita» degli Usa dall'Afghanistan «è la più sorprendente dimostrazione di grave incompetenza da parte del leader di una nazione, forse in qualsiasi momento» storico. Il ritiro delle truppe statunitensi dal paese asiatico fu negoziato nel febbraio 2020 dall'amministrazione Trump con gli alti rappresentanti dei talebani. Biden ha già replicato ad accuse simili mossegli da Trump, dicendo di aver ereditato un pessimo accordo dal suo predecessore.

...e quello di Blair - Anche l'ex primo ministro britannico Tony Blair, che decise nel 2001 di prendere parte alla guerra in Afghanistan al fianco degli Usa, ha definito «pericoloso» e «non necessario» l'«abbandono» del Paese da parte delle truppe a stelle e strisce. Blair considera «guidati non dalla grande strategia ma dalla politica» i tempi dell'uscita dall'Afghanistan e «non nel loro interesse e non nel nostro».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRIA
5 ore
Lockdown all'austriaca, per i non vaccinati
Il governo di Vienna valuta future restrizioni. Ma non per tutti i cittadini
MONDO
5 ore
«Questo messaggio ti infastidisce?»
Tinder introduce due nuovi filtri. E le segnalazioni di molestie aumentano del 46 per cento
STATI UNITI
8 ore
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
18 ore
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
20 ore
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
1 gior
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
1 gior
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
1 gior
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
STATI UNITI
1 gior
I resti umani sono quelli di Brian Laundrie
Il corpo trovato ieri in una riserva naturale della Florida è quello dell'ex-fidanzato, e assassino, di Gabby Petito
STATI UNITI
1 gior
Un morto e un ferito sul set, a sparare è stato Alec Baldwin
Il dramma sarebbe legato a una pistola usata sul set che avrebbe dovuto essere caricata a salve
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile