Archivio Keystone
REGNO UNITO
29.05.21 - 08:000

Tutti quelli che dopo la Brexit il Regno Unito non ha fatto entrare

Sono parecchi, anche con i viaggi assai ridotti causa Covid. E c'è chi teme che ne soffriranno turismo e la forza lavoro

LONDRA - L'entrata in vigore della Brexit e il nuovo regolamento per l'ingresso da parte dei cittadini UE ha lasciato diverse persone alla frontiera.

Lo conferma un articolo di oggi del Guardian che prende in esame i dati trimestrali ufficiali che riguardano gli arrivi via terra ma anche via treno, attraverso la ferrovia della Manica.

Malgrado l'intensità dei viaggi internazionali sia assai ridotti a causa del coronavirus sono 3'294 i cittadini dell'Unione Europea che non hanno potuto varcare la soglia del Regno Unito.

Per fare un paragone, nello stesso periodo dell'anno scorso, quando la mobilità aerea era 20 volte superiore, erano 493. Con il ritorno a una normalità relativa, ottimisticamente previsto entro la fine dell'anno, ci si attende quindi un aumento altrettanto sostanziale dei respinti.

Si tratta di un inizio decisamente non indolore per i viaggiatori dal Continente che, spesso e volentieri sono vittime di sbagli in buona fede, che però finiscono per costare loro stress e molte ore - se non giorni - di attesa, anche nelle celle della polizia doganale britannica. Per i più fortunati, o meno sfortunati, il disguido si è risolto nel limbo dell'aeroporto dopo essersi imbarcati in un viaggio di ritorno.

Di modo da evitare tensioni, nell'ultimo periodo, gli agenti della polizia doganale sono stati istruiti di evitare - se possibile - la detenzione dei passeggeri che non rispettano le regole post-Brexit, così come il mostrarsi più concessivi per chi arriva per un colloquio di lavoro. Una novità che non è ancora chiaro se sia "passata" oppure no.

Il timore da parte di diversi attori è che un atteggiamento così rigido alle dogane possa spaventare i turisti o anche costare cara - sulla distanza mediolunga - dal punto di vista del ricambio della manodopera che arriva da fuori.

Una preoccupazione che però le autorità non appoggiano: «I 3'294 che non hanno ottenuto il permesso di entrare nel Regno Unito non sono affatto turisti, affermare il contrario è semplicemente sbagliato», conferma il Ministero degli interni.

Con l'estate e il Covid la dogana sempre più calda

I viaggiatori da e per il Regno Unito sono già sulla graticola in questi giorni soprattutto a causa del coronavirus. Da una parte c'è la variante indiana (che è ormai la maggioritaria) che ha messo il Paese anglosassone sulla lista nera (o grigia) di molti paesi (compresa la Svizzera). Dall'altra c'è, invece, la quarantena obbligatoria per praticamente chiunque attraversi la Manica, dall'Unione Europea.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
6 ore
Pescara in fiamme, bagnanti in fuga dalle spiagge
Il forte vento alimenta il rogo, centinaia di persone evacuate
FOTO
FRANCIA / GERMANIA
8 ore
Un fine settimana di manifestazioni contro l'obbligo vaccinale
76 gli arresti sabato in Francia, oggi a Berlino tensione tra dimostranti e polizia
ITALIA
11 ore
Oltre 800 incendi nel fine settimana italiano
Per contrastare le fiamme in Sicilia sono al momento impegnati 806 uomini
STATI UNITI
13 ore
«I CDC hanno perso credibilità»
Il cambio di rotta dell'organo sanitario ha riacceso un forte dibattito, soprattutto in Georgia, Texas e Florida
GRECIA
16 ore
Otto feriti e venti case distrutte
Cinque villaggi evacuati nella regione di Patrasso, in Grecia. Le fiamme continuano ad avanzare
LE IMMAGINI
EUROPA
1 gior
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
1 gior
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
ITALIA
1 gior
Botte a un passante perché pensavano fosse un ladro, denunciati tre svizzeri
Credevano avesse rubato loro uno zainetto, ma in realtà non c'entrava nulla
REGNO UNITO
1 gior
Rischio Delta, gli esperti consigliano il vaccino alle donne in gravidanza
Le future mamme ricoverate hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite
CINA
1 gior
Il virus torna a circolare in Cina
I contagi, dovuti alla variante Delta, si sono già diffusi in cinque province e almeno 13 città
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile