keystone-sda.ch (ALESSANDRO DI MARCO)
ITALIA
23.05.21 - 19:520

È spirato in ospedale uno dei bimbi superstiti alla tragedia sul Mottarone

Le vittime accertate sono ora 14, il più piccolo dei due è in ospedale e cosciente ma comunque in condizioni critiche

TORINO - Non ce l'ha fatta uno dei due bimbi, unici sopravvissuti, alla tragedia avvenuta oggi sulla funivia che da Stresa porta sul Monte Mottarone. Al momento, quindi, il bilancio accertato è di 14 morti sui 15 (supposti) presenti nella cabina, staccatasi e precipitata a pochi passi dalla vetta.

Il piccolo, di 9 anni, era arrivato all'ospedale Regina Margherita di Torino in condizioni disperate. Una volta in loco, dopo un arresto, è stato rianimato e mantenuto in intubazione. In seguito è stato sottoposto a una tac, per accertare gli importanti danni cranici subiti.

Per lui però, scrivono i media italiani, non c'è stato nulla da fare ed è deceduto attorno alle 17 circa 2 ore dopo l'arrivo.

Resta in gravi condizioni, invece, il secondo bimbo di 5 anni - al momento, quindi, l'unico superstite dell'incidente - che ha riportato una doppia frattura alle gambe e un trauma cranico e toracico che desta particolare preoccupazione.

Cosciente ma in stato di shock, scrive il Corriere della Sera, all'arrivo in ospedale avrebbe detto solo: «Lasciatemi stare, ho paura», agli infermieri.

Malgrado il piccolo stia rispondendo bene alle cure sue condizioni, conferma l'ospedale, sono da considerarsi critiche. 

Di loro non si sa quasi nulla

Sin dall'inizio della vicenda, è importante puntualizzarlo, per i due piccoli ricoverati a Torino autorità e soccorsi non sono in possesso né di informazioni anagrafiche né dei documenti, che probabilmente sono in possesso dei genitori.

Non è chiaro se siano fratelli, né se siano italiani (anche se possiamo supporre che uno dei due lo sia, o almeno sia italofono). Le età utilizzate fino ad adesso, ovvero 5 e 9 anni, sono solo stime da parte dei soccorritori.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
29 min
Archiviate le accuse contro il paziente 1 italiano
Gli inquirenti volevano verificare se Mattia Maestri avesse mentito ai medici di Codogno
AUSTRIA/GERMANIA
2 ore
Arrivano in crociera... positivi al Covid
Il viaggio della nave è stato fermato: dei 178 passeggeri sulla crociera 80 sono risultati positivi al tampone
CINA
5 ore
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
8 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
10 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
13 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
14 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
23 ore
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
1 gior
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
1 gior
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile