Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STR (IDREES MOHAMMED)
MONDO
02.05.21 - 20:300

Per i paesi poveri il Covid rischia di essere solo l'inizio

Gli esperti: «Si rischia una spaccatura fra paesi vaccinati e quelli contagiati e il virus continuerà a mutare»

LONDRA - Paesi strutturalmente fragili che, inizialmente, hanno mostrato di riuscire a gestire l'emergenza Covid per poi finire - con la seconda ondata - in crisi totale.

È il caso dell'India che in questi giorni riporta diverse migliaia di morti al dì (ma che secondo gli esperti potrebbero essere molti di più) ma, forse più presto di quanto si pensi, di altri paesi poveri dal sistema sanitario non sfavillante e con una campagna vaccinale agli albori.

Un altro lato della medaglia - quello più ricco, efficiente e vaccinato - di nazioni come Stati Uniti e Regno Unito che - un pannello di esperti - invita all'impegno immediato, affinché quella che è già una tragedia non si propaghi, in un'ecatombe.

Al momento più del 30% dei decessi avviene in paesi dal basso reddito (un mese fa era del 9.3%), nel cosiddetto "Sud del Mondo". Oltre all'India e il Bangladesh inizia a preoccupare anche l'Africa - dove l'emergenza ossigeno è diffusa - con situazioni critiche in Kenya e Djibouti. Al momento il 32% delle vittime totali sono in Sud America, casa del 5,5% della popolazione mondiale.

Il rischio, spiegano gli esperti, «è che dopo il Covid il mondo risulti ancora più a due velocità, diviso e pericoloso», spiega Jeremy Farrar della fondazione filantropica briticannica Wellcome Trust citato dal Guardian, «questa è una delle sfide che ci aspettano nel 21esimo secolo».

Il timore è che, con una parte del mondo vaccinata e l'altra no, il virus sia libero di imperversare e - oltre ad alzare ulteriormente la triste conta dei morti - possa poi mutare come già successo in Brasile e poi in India, facendo ripartire il contagio a livello globale.

L'appello, in vista del vertice del G7 del mese prossimo , è quello di un impegno concreto e uno sforzo finanziario (che è già quantificabile nell'ordine dei miliardi) per far arrivare il vaccino, e le risorse mediche, là dove ancora non ci sono.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SRI LANKA
55 min
Il dilemma dello Sri Lanka: ripagare il debito o comprare i beni essenziali?
La mancanza dei turisti stranieri causa Covid (e dei dollari) ha causato una reazione a catena, con effetti devastanti
MONDO
5 ore
La resistenza agli antibiotici uccide più di 1,2 milioni di persone ogni anno
È quanto emerso dal primo studio che ha valutato a livello globale il fenomeno
STATI UNITI
13 ore
Spaccio di droga tramite Snapchat: il social corre ai ripari
Le ultime modifiche dovrebbero rendere la vita più difficile ai pusher che vogliono contattare gli adolescenti
REGNO UNITO
16 ore
«Niente più obbligo di mascherine o Covid pass»
A partire da giovedì 27 gennaio in Inghilterra saranno revocate quasi tutte le restrizioni Covid
SPAGNA
18 ore
Cosa farsene della lava e della cenere del vulcano di La Palma?
Vigneti? Materiale da costruzione? Gli studiosi sono al lavoro e cercano risposte anche dal passato
TONGA
21 ore
«Sull'isola di Mango non è rimasta neanche una casa»
Onde alte fino a «quindici metri» non hanno risparmiato neanche una casa dell'Isola di Mango, a Tonga
MONDO
1 gior
I "dimenticati" del vaccino. Lì dove la dose è un miraggio
Nei paesi poveri solo il 9,5% delle persone hanno ricevuto almeno una dose di vaccino anti Covid.
MONDO
1 gior
«Fate copia incolla», "nuova" regola e vecchia bufala
L'aggiornamento delle normative di Facebook ha riportato in vita il post. Ne parliamo con l'esperto Alessandro Trivilini
MONDO
1 gior
La massa di plastica ora è più pesante di tutti i mammiferi viventi
Una delle ricercatrici che ha contribuito a un nuovo studio ha dichiarato che «siamo nei guai, ma si può intervenire»
INDONESIA
1 gior
Giacarta sprofonda? L'Indonesia costruisce la sua nuova capitale
I funzionari del governo si trasferiranno in una città che al momento non esiste ancora
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile