Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
keystone-sda.ch / STF (YOAN VALAT)
La polizia francese è in cerca dell'uomo che ha causato un morto e un ferito ieri a Parigi.
FRANCIA
13.04.21 - 15:000
Aggiornamento : 15:52

Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi

Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti

PARIGI - La polizia francese è sempre alla ricerca della persona che, nel primo pomeriggio di ieri, ha ucciso un uomo e ferito una donna fuori da un ospedale di Parigi.

Il killer è stato agevolato nella fuga da un complice che lo attendeva a bordo di uno scooter privo di targhe. Un testimone oculare, citato da Bfmtv, ricorda la sua estrema freddezza: «Se n'è andato come è venuto, non ha corso. Camminava normalmente, come se avesse appena preso un caffé e tutto fosse normale». Lo sparatore viene descritto di corporatura piuttosto alta e sportiva, mentre l'uomo alla guida del motoveicolo sarebbe stato più robusto.

Ambito criminale

Fin dalle primissime ore, al possibile atto terroristico si è privilegiata l'ipotesi del regolamento di conti nell'ambito della criminalità organizzata. Sono svariati gli elementi che lo fanno pensare, a partire dal comportamento del killer: ha aperto il fuoco sulla sua vittima con calma e determinazione, secondo il racconto di vari presenti. Il tentativo di fuga dell'uomo ucciso è stato stroncato da almeno due colpi alla testa, come in una vera e propria esecuzione. La donna ferita, agente di sicurezza dell'ospedale privato della Croce Rossa, si sarebbe trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato oppure potrebbe essere stata colpita da una pallottola vagante, ha ipotizzato il sindaco del 16esimo arrondissement parigino. Le sue condizioni sono giudicate gravi.

I precedenti della vittima

È presto emerso che la persona uccisa, un 33enne, aveva un curriculum criminale di tutto rispetto, tra traffico di stupefacenti e altri reati legati all'associazione a delinquere.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
STATI UNITI
52 min
«Sul quell'aereo ho trasportato diverse volte anche Bill Clinton»
Secondo giorno di processo per la vice di Epstein, alla sbarra il pilota della coppia: «Lei era chiaramente il numero 2»
AUSTRALIA
2 ore
In Parlamento, un dipendente su tre vittima di abusi sessuali
Il premier Scott Morrison ha commentato il rapporto: «Statistiche spaventose»
NORVEGIA
6 ore
A 10 anni dalla strage, Breivik continua a perseguitare i sopravvissuti
Anche le famiglie delle vittime continuano a ricevere lettere di minacce e di propaganda
ITALIA
8 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
8 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
10 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
1 gior
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
1 gior
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
1 gior
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
1 gior
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile