Keystone
BOSNIA E ERZEGOVINA
23.12.20 - 13:500

I migranti hanno dato fuoco al campo di Lipa

Un altro episodio che ricorda quello di Moria, avvenuto a settembre

SARAJEVO - Un vasto incendio è scoppiato oggi nel campo per migranti di Lipa, venti chilometri distante da Bihać, nel nordovest della Bosnia-Erzegovina al confine con la Croazia. Nel darne notizia, i media locali affermano che ad appiccare il fuoco sono stati gli stessi migranti che hanno dato alle fiamme le tende del campo dopo la notizia che tale struttura verrà chiusa. L'incendio si è sviluppato poco dopo la visita al campo da parte di rappresentanti dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim).

Nel campo di Lipa sono ospitati 1'200 migranti, ed era previsto il loro temporaneo trasferimento nell'altro campo di Bira, nel centro di Bihać, per consentire i lavori di ristrutturazione e adattamento di Lipa alle condizioni invernali e farne un Centro d'accoglienza stabile.

La popolazione di Bihać è tuttavia fortemente contraria alla riapertura del campo Bira, chiuso nelle scorse settimane per problemi di ordine pubblico e per le continue lamentele degli abitanti insofferenti per furti e episodi di violenza attribuiti ai migranti. Anche ieri vi sono state proteste da parte della popolazione locale.

La situazione ricorda il recente incendio al campo di Moria, quando i migranti presenti hanno protestato contro le misure anti-coronavirus.

Per i migranti di Lipa, rimasti senza un rifugio, si prospetta una notte all'aperto e al freddo invernale, e come loro al freddo restano altri 1'500 profughi presenti nella zona.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 9 mesi fa su tio
Meglio che sto 🤐🤐🤐🤐🤐
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LE IMMAGINI
ITALIA
8 min
Idranti e lacrimogeni, manifestanti sgomberati con la forza
Le operazioni al porto potranno riprendere senza rallentamenti, ma i lavoratori annunciano che lo scioperò continuerà
Stati Uniti
4 ore
I piloti degli aerei stanno perdendo la mano e fanno fatica a volare
Dopo la pandemia gli errori e il rischio di disastri aerei sono aumentati. Sotto la lente il caso degli Stati Uniti
Spagna
4 ore
«La prostituzione rende schiave le donne del nostro Paese»
Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha fatto sapere domenica di voler abolire il sesso a pagamento
NUOVA GUINEA
6 ore
Pirati del mare, criminali armati fino ai denti
Agiscono perché agevolati dalla polizia corrotta e da chi detiene il potere. Ecco dove non andare mai per mare
REGNO UNITO
16 ore
Delta, zero restrizioni... e così i contagi oltremanica volano
Il Regno Unito registra in media 40mila nuovi casi al giorno. La situazione ospedaliera resta però sotto controllo
Cina
20 ore
La Cina vola intorno al mondo, ma nessuno lo sapeva
Il governo Biden teme un dispiegamento delle forze. Diversa la musica da Pechino: «Non stiamo attaccando nessuno»
ITALIA
23 ore
15enne uccisa da un colpo di fucile in casa, a sparare è stato il fratellino
Svolta nelle indagini nella tragica morte avvenuta ieri in un'abitazione del Bresciano
Francia
1 gior
Sessant'anni fa Parigi si svegliò nel sangue
Oggi la Francia commemora un massacro che pochi conoscono e sui cui bisogna fare ancora chiarezza
STATI UNITI
1 gior
L'assassino americano Robert Durst rischia di morire a causa dal coronavirus
Il 78enne, reso celebre per la sua clamorosa confessione nella serie tv “The Jinx”, era stato condannato all'ergastolo
STATI UNITI
1 gior
Bill Clinton ricoverato: presto verrà dimesso
L'ex-presidente era stato ospedalizzato con una certa urgenza settimana scorsa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile