keystone-sda.ch / STF (Petros Giannakouris)
+10
GRECIA
09.09.20 - 14:460
Aggiornamento : 19:02

Il più grande campo profughi d'Europa è stato completamente distrutto dalle fiamme

È quello di Moria sull'isola di Lesbos. In 12mila senza casa, in strada e in fuga fra campi e montagne

La mozione dei Verdi Svizzeri: «La Confederazione deve aiutare», Amnesty International: «Li si accolga, con urgenza». La Città di Berna: «Pronti a dare rifugio a venti profughi»

ATENE - Esasperati dalle misure sul lockdown, un gruppo di migranti del campo di Moria - sull'isola di Lesbo - avrebbe appiccato diversi incendi che si sono poi tramutati in un inferno. Le fiamme, propagatesi rapidamente, hanno completamente distrutto casupole e tende lasciando senza rifugio circa 12'000 persone. 

Moria, lo ricordiamo, è il più grande campo migranti d'Europa e ospita circa 13mila migranti a fronte di una capacità originaria di circa 2'800 posti. Una situazione, quella dell'isola sul Mediterraneo, da mesi tesa all'inverosimile, con diverse proteste da parte della popolazione locale sempre inascoltate da Atene. Nel frattempo, Moria cresceva a vista d'occhio, arrivo dopo arrivo e tenda dopo tenda.

Con il Covid-19 la situazione già insostenibile, è esplosa: dopo un primo focolaio da una trentina di casi sono scattate le misure di contenimento. Dopo la preoccupazione sono arrivati i disordini e poi - giovedì notte - il fuoco, divampato in diverse parti della tendopoli. Stando ai pompieri, sul posto, i migranti hanno ostacolato le operazioni di spegnimento bersagliandoli di pietre.

Intanto almeno 35 persone Covid-positive sarebbero in fuga, una situazione che il governatore dell'isola Michalis Frantzeskos ha definito: «una bomba atomica, con gente sparsa ovunque, che si nasconde nelle montagne». Oltre al dispiegamento di agenti in tuta anti sommossa, sono diversi gli abitanti dei paesini a essersi mobilitati per garantire la sicurezza delle proprie case.

«Il campo è completamente distrutto e non può più essere utilizzato», ha dichiarato in un meeting d'emergenza del governo Kyriakos Mitsotakis, «c'è gente per le strade, nei campi, parliamo di migliaia di persone». Sull'isola è stato dichiarato lo stato d'emergenza per un periodo di 4 mesi. 

Oltre all'UE, attraverso il commissario europeo per gli affari interni Ylva Johansson, sono diverse le nazioni a essersi offerte per aiutare la Grecia fra questi spiccano Germania, che vuole accoglierne 1'000, e Norvegia. In generale la volontà è che gli sfollati vengano ridistribuiti nei vari Paesi dell'Unione.

I Verdi Svizzeri hanno presentato oggi una mozione affinché la Svizzera aiuti in questo momento di crisi, lo ha confermato Balthasar Glättli, in un tweet postato in mattinata: «La Confederazione deve aiutare e ospitare un numero importante di migranti sul suolo svizzero», la risposta dell'Esecutivo è attesa per il prossimo lunedì.

Amnesty International: «La Svizzera faccia prova di solidarietà», è questo l'appello dell'organizzazione umanitaria diffuso oggi in giornata, «Anche la Svizzera, come gli Stati europei, deve essere solidale e accogliere con urgenza delle persone provenienti dal campo di Moria», ha dichiarato Pablo Cruchon responsabile della campagna migrazione e l'asilo di Amnesty Svizzera.

E una prima prova di questa solidarietà è giunta dalla Città di Berna che rispondendo all'appello di Amnesty ha deciso di accogliere fino a 20 profughi provenienti da Lesbo. «Il consiglio comunale è sgomento per l'incendio divampato nel campo profughi di Moria e chiede alla Confederazione di consentire all'ammissione diretta dei rifugiati», si legge in una nota stampa diramata dal legislativo.  

keystone-sda.ch / STF (Petros Giannakouris)
Guarda tutte le 14 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
55 min
Chi arriva dall'estero ripudia vivere a Roma
Chi se ne va dal proprio Paese si trova alla grande a Kuala Lumpur, Malaga e a Dubai, malissimo invece a Roma
STATI UNITI
10 ore
Omicron sbarca negli Usa
Un primo caso registrato in California mette in allarme le autorità sanitarie. E anche la Borsa
STATI UNITI
12 ore
Astroworld: metà delle famiglie delle vittime rifiuta l'offerta di Travis Scott
Il rapper si era offerto di pagare le spese per i funerali dei giovani che hanno perso la vita durante il suo concerto
STATI UNITI
14 ore
Donald Trump positivo al Covid già prima del dibattito con Joe Biden?
È la tesi dell'ex-capo del personale della Casa Bianca che ne parla nel suo libro, per il magnate però sono «fake news»
FOTO
GERMANIA
17 ore
Un ordigno bellico è esploso a Monaco
Il bilancio è di quattro feriti, uno dei quali sarebbe in gravi condizioni. Il traffico ferroviario è stato bloccato
STATI UNITI
18 ore
Alice Sebold ha chiesto scusa all'uomo assolto dal suo stupro (40 anni dopo)
Il nome di Anthony Broadwater è finalmente pulito: non è più nel registro degli autori di reati sessuali
STATI UNITI
21 ore
«Il peggior incubo di ogni genitore»
È salito a tre morti e otto feriti il bilancio della sparatoria nel liceo di Oxford. Il racconto di un testimone
OLIVIERO TOSCANI
21 ore
«Timbri sui corpi come nei lager. Oggi i social sono la Auschwitz mentale»
Le sue foto sull'Aids hanno fatto il giro del mondo. Il fotografo italiano racconta quel periodo.
Stati Uniti
1 gior
Sparatoria in un liceo: tre morti e sei feriti
La polizia ha fermato il killer, si tratterebbe di un ragazzo di 15 anni
FOTO
STATI UNITI
1 gior
«Su quell'aereo ho trasportato diverse volte anche Bill Clinton»
Secondo giorno di processo per la vice di Epstein, alla sbarra il pilota della coppia: «Lei era chiaramente il numero 2»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile