ARCHIVIO KEYSTONE
ARGENTINA / PARAGUAY
05.09.20 - 15:360

Uccisi due "guerriglieri": erano bambine di 11 anni

Il Coordinamento dei diritti umani del Paraguay parla di un crimine di stato

BUENOS AIRES - Ha suscitato sorpresa in Argentina che un annuncio in Paraguay sull'uccisione in uno scontro a fuoco giorni fa di due "guerriglieri" dell'Esercito del popolo paraguaiano (Epp) riguardava in realtà la morte di due bambine di nazionalità argentina di undici anni.

La verità sull'accaduto, scrive l'agenzia di stampa Telam, è emersa quando le autorità di Asuncion hanno chiesto informazioni a Buenos Aires sulle due persone uccise. In un comunicato il ministero degli esteri argentino ha confermato la nazionalità e precisato che si tratta di bambine nate rispettivamente il 29 ottobre 2008 e il 5 febbraio 2009.

I vertici militari del Paraguay avevano annunciato tre giorni fa lo scontro a fuoco, precisando che era avvenuto fra una unità della Forza operazionale congiunta (Ftc) paraguaiana e un commando dell'Epp, in una zona selvatica nel distretto di Yby Yaú (dipartimento settentrionale di Concepcion).

Il generale paraguaiano Héctor Grau ha sostenuto che i documenti delle due bambine sarebbero falsi, aggiungendo che le minori sarebbero state registrate in modo irregolare in Argentina dai genitori (Magna Meza e Osvaldo Villalba), leader della guerriglia, attiva anche nel dipartimento di San Pedro. Il ministero degli esteri argentino ha però «respinto con forza le dichiarazioni ingiustificate del generale Grau», negando anche un'altra delle sue affermazioni, e cioè che l'Argentina «sia una sorta di asilo nido dell'Epp».

Da parte sua, infine, il Coordinamento dei diritti umani del Paraguay (Codehupy) ha avvertito che lo scontro a fuoco presenta caratteristiche inquietanti di un crimine di Stato, vista anche «l'ingiustificabile velocità» con cui i cadaveri delle bambine sono stati sepolti prima della definitiva identificazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
1 ora
Puntare tutto sui vaccini è «una scommessa un po' azzardata»
Per l'epidemiologo Antoine Flahault bisogna pensare a una strategia di "circolazione minima" del virus
UCRAINA / RUSSIA
2 ore
Ucciso un soldato: aumenta la tensione al confine
L'Ucraina ha annunciato una fatalità in seguito a un attacco: le ostilità sono in aumento
IRAN
5 ore
«È un atto terroristico antinucleare»
L'agenzia atomica iraniana ha denunciato un «sabotaggio» alla centrale nucleare di Natanz
ITALIA
8 ore
Dramma nel torinese: spara a moglie e figlio e si barrica in casa
Quando gli agenti hanno fatto irruzione, l'83enne si è sparato: è in gravi condizioni
REGNO UNITO
8 ore
La Regina si confida: la scomparsa di Filippo ha lasciato «un vuoto enorme»
Il Principe Andrea ha riferito quanto gli ha comunicato la madre, definendola «incredibilmente stoica»
UNIONE EUROPEA
11 ore
AstraZeneca, la lettera ultimatum (scaduta) di Bruxelles
Forniture ridotte e ritardi. La Commissione europea è ancora in attesa di risposte
REGNO UNITO
13 ore
Da domani gli inglesi tornano al pub
Londra allenta le restrizioni. Ma per la comunità scientifica la riapertura arriva in un momento ancora troppo delicato
STATI UNITI
16 ore
La Mis-C (e non Kawasaki) colpisce anche i bimbi asintomatici
Uno studio ha analizzato la sindrome che può sopraggiungere nei bambini dopo l'infezione da coronavirus
STATI UNITI
16 ore
Si finge una reporter e inganna i corrispondenti dalla Casa Bianca
Kacey Montagu, il cui profilo Twitter è seguito da diversi giornalisti americani, in realtà non esiste.
SPAGNA
1 gior
Vaccinazione con AstraZeneca? Aumentano coloro che non si presentano
Timore, confusione o incertezza: in molti sembrano non fidarsi del preparato: l'esempio della Spagna
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile