Guardia di finanza Milano - Ansa
+1
ITALIA
05.06.20 - 11:480
Aggiornamento : 12:27

Maxi sequestro al broker, anche tele di Picasso

Alessandro Jelmoni creava complessi schemi di evasione fiscale internazionale per imprenditori italiani

Fu «promotore di un'associazione per delinquere con interessi in Italia, Lussemburgo, Svizzera e Gran Bretagna»

MILANO - La Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano ha disposto un sequestro di beni, eseguito dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza (Gdf), a carico di un italiano già condannato a 10 anni e 7 mesi per frode fiscale e trasferimento fraudolento di valori attraverso società estere, per circa 20 milioni di euro, tra cui due lussuose ville e 67 oggetti d'arte e di antiquariato, tra cui dipinti di Pablo Picasso, Lorenzo De Caro e Niccolò Cassana, e varie sculture. Lo ha comunicato il procuratore di Milano Francesco Greco.

Il sequestro, come spiega la Procura, è stato eseguito nei confronti di Alessandro Jelmoni, solo formalmente residente in Lussemburgo, su «beni del valore di circa 20 milioni di euro, comprensivo di due lussuose ville e 20'000 mq di terreni» in Sardegna, «67 oggetti d'arte e di antiquariato, tra cui dipinti di noti artisti come Pablo Picasso, Lorenzo De Caro e Niccolò Cassana (detto Nicoletto)», oltre a «varie sculture, mobili ed oggetti di arredo, argenterie, gioielli antichi, pendoli ed orologi, risalenti al XVII e XVIII secolo».

Jelmoni, un broker che creava complessi schemi di evasione fiscale internazionale per imprenditori italiani, era già stato arrestato e, nei giorni scorsi, «condannato in primo grado a dieci anni e sette mesi di reclusione per plurime condotte di frode fiscale e trasferimento fraudolento di valori», poiché - continua la Procura - fu «promotore di un'associazione per delinquere a carattere transnazionale con interessi in Italia, nel Granducato di Lussemburgo, nella Confederazione elvetica e in Gran Bretagna, dedita al riciclaggio di ingenti proventi derivanti da evasione fiscale, realizzata mediante la costituzione di società estere aventi sede anche in paradisi fiscali».

Le indagini dei finanzieri del Gico (Gruppo d'investigazione sulla criminalità organizzata) «ai sensi della normativa anti-mafia hanno consentito» di accertare «come il patrimonio illecitamente accumulato fosse confluito in un trust del Jersey amministrato da una trustee company lussemburghese», mediante una «società anonima di diritto lussemburghese (temporalmente succeduta, quale settlor del trust, ad una fondazione del Liechtenstein) il cui capitale sociale era interamente posseduto da due società di capitali italiane» con sede a Milano presso l'abitazione di Jelmoni, che viveva nel capoluogo lombardo ma risultava iscritto al registro degli italiani residenti all'estero dal 1992.

Guardia di finanza Milano - Ansa
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
NIGERIA
1 ora
Almeno 43 contadini sgozzati da miliziani islamisti
Il bilancio del massacro potrebbe arrivare a 70 vittime. Il presidente nigeriano: «Omicidi insensati».
ITALIA
2 ore
42enne accoltellato e ucciso in strada a Monza
Il delitto è avvenuto poco lontano dalla sua abitazione. La vittima sarebbe stata in libertà vigilata per spaccio.
FRANCIA
4 ore
Vaccino: più di metà dei francesi non vuole farlo
Lo indica un sondaggio della società Ifop, ma è un trend presente in diversi paesi
STATI UNITI
5 ore
Black Friday da record: spesi online 9 miliardi di dollari
Gli analisti si aspettano anche un Cyber Monday da paura, con le vendite online alle stelle
STATI UNITI
6 ore
Trump avanti tutta nonostante gli insuccessi: «Abbiamo trovato molti voti illegali»
Respinto un ricorso contro il voto per posta in Pennsylvania e nessuno stravolgimento dal riconteggio nel Wisconsin.
STATI UNITI
9 ore
Il misterioso monolite dello Utah è scomparso
Venerdì sera sarebbe stato rimosso «da sconosciuti»
MONDO
21 ore
Il coronavirus era già in mezzo mondo, prima di Wuhan
Un team cinese pensa che la prima trasmissione tra esseri umani possa aver avuto luogo nel subcontinente indiano
STATI UNITI
21 ore
Donald Trump si prepara alla prima intervista, Melania pensa a un libro
Il presidente degli USA dovrebbe parlare per la prima volta dopo la sua non rielezione domani (alle 16 ora svizzera).
ARGENTINA
22 ore
«Riesumate Maradona, voglio scoprire se è mio padre»
Il 19enne Santiago Lara è figlio di una modella morta anni fa in giovane età. «Non voglio soldi, solo la verità», dice.
FOTO
FRANCIA
1 gior
Disordini alla Marcia per le libertà
Manifestazione pacifica per quasi tutto il giorno, fino all'arrivo alla Bastiglia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile