Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (ALESSANDRO DI MARCO)
Uno studio ha analizzato la percentuale di italiani che avrebbero contratto il coronavirus senza le attuali misure restrittive.
ITALIA
24.03.20 - 16:280
Aggiornamento : 18:15

Rallentamento dei contagi per il terzo giorno consecutivo, 743 nuove vittime

Senza le misure restrittive almeno il 70% degli italiani avrebbe contratto il coronavirus, afferma uno studio

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera a sanzioni più dure

ROMA - Il capo della Protezione civile italiana Angelo Borrelli ha dato una, seppur piccola, buona notizia nel corso dell'aggiornamento quotidiano dei dati dell'emergenza coronavirus.

Per il terzo giorno consecutivo la crescita dei contagi è rallentata: sono 3612 i nuovi positivi, che portano il dato totale a 54030. Molto alto il numero dei morti: 743 in tutta Italia, in aumento rispetto a ieri. In totale sono 6820 le persone che hanno perso la vita dall'inizio dell'epidemia.

I dati lombardi - L'assessore al Welfare lombardo Giulio Gallera ha fornito gli ultimi dati riguardanti la regione. Le persone che sono risultate positive sono 30703, più 1942 rispetto a ieri e in aumento sui dati comunicati lunedì. I ricoverati sono 9711, più 445 sulle 24 ore. I ricoverati in terapia intensiva sono 1194 e dimessi 6657, oltre 600 in più nell'ultimo giorno. 

I morti sono 4178, 402 in più rispetto a ieri.

Lo studio sulle misure restrittive - Senza le contromisure di restrizione, il 70-80% degli italiani sarebbe stato colpito dal Covid-19 e il 10% della popolazione, pari a 6 milioni di persone, avrebbe avuto bisogno della terapia intensiva.

Con misure molto rigide applicate fin dall'inizio, invece, a essere colpito sarebbe stato solo lo 0,08% della popolazione. Lo ha stimato con modelli matematici un gruppo di ricercatori italiani in collaborazione con la Task Force Covid-19 del Policlinico San Matteo di Pavia.

Nello studio apparso sul sito Arxiv, che ospita i lavori che non hanno ancora passato il vaglio della comunità scientifica, i ricercatori hanno ipotizzato tre possibili scenari, tarando il modello con i dati epidemici del primo periodo, che vanno dal 20 febbraio al 12 marzo, quando le misure di restrizione consistevano principalmente nella chiusura di scuole e università.

«Abbiamo ipotizzato uno scenario in cui le misure hanno un effetto blando, un altro in cui l'effetto è forte, e un altro in cui è molto forte», spiega una autrice, Giulia Giordano, dell'università di Trento. Confrontando quindi tutti i dati disponibili finora e i diversi scenari, si vede che «siamo nel primo scenario, cioè le misure hanno avuto un effetto finora contenuto, perché sono il risultato dei provvedimenti presi prima delle misure più rigide di quarantena», continua Giordano. Il che significa «che non bisogna mollare, ma aspettare, perché gli effetti dovrebbero iniziare a vedersi tra questa e la prossima settimana», prosegue.

I ricercatori hanno anche calcolato l'arrivo del picco a seconda dei diversi scenari. Con misure a effetto blando «il picco potrebbe arrivare tra uno-due mesi - conclude Giordano - mentre con provvedimenti a effetto più forte entro un paio di settimane».

Ok a sanzioni più dure - L'agenzia di stampa Ansa afferma che il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce sanzioni più dure per chi viola le norme anticontagio da coronavirus e uniforma il quadro normativo.

Oltre due milioni di persone controllate - Sono 2.244.868 le persone controllate dalle forze dell'ordine italiane dall'11 al 23 marzo, nell'ambito dei posti di blocco messi in atto per l'emergenza coronavirus. Solamente ieri sono state controllate 228.550 persone e 9.949 sono state denunciate. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 87.558: è stata decretata la sospensione di 25 e 103 esercenti sono stati denunciati.

Lombardia, tasse regionali sospese - In Lombardia le tasse regionali sono sospese fino al 31 maggio. Lo stabilisce una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta del presidente Attilio Fontana, di concerto con l’assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione, Davide Caparini. Il pagamento di bollo auto e Irap è prorogato al 30 giugno, senza applicazione di sanzioni e interessi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
57 min
Il vaccino dopo il virus, per scongiurare il Long Covid
Secondo un ampio studio una dose in seguito all'infezione riduce del 13% il rischio di sintomi di lunga durata
ITALIA
2 ore
L'auto piomba nel cortile dell'asilo, morto un bimbo
Altri sei piccoli sono rimasti feriti nell'incidente e sono ricoverati in ospedale, di cui uno in prognosi riservata
SPAGNA
4 ore
Rilevati 20 casi di vaiolo delle scimmie, «basse probabilità di diffusione»
I tre focolai riguardano soprattutto uomini che si identificano come gay, bisessuali o uomini hanno rapporti con uomini
REGNO UNITO
7 ore
Inflazione alle stelle in Regno Unito, un inglese su quattro salta i pasti
Con un'inflazione superiore al 9% molte le famiglie, e le aziende, alla canna del gas. Londra però indugia
MOLDAVIA
10 ore
«Qualcuno vuole trascinarci in una guerra indesiderata»
La premier moldava Natalia Gavrilita su neutralità, le bombe in Transnistria e le tensioni nel Paese
INDIA
14 ore
«Sorvegliati a ogni passo, anche a far la spesa»
Kashmir: gli occhi del Governo hanno raggiunto tutte le attività commerciali, a spese dei negozianti
REGNO UNITO
18 ore
Sui pescherecci britannici che diventano prigioni
L'industria del pesce si avvale di un visto che non permette ai lavoratori migranti di licenziarsi o di scendere a terra
REGNO UNITO
1 gior
Una morte su sei è causata dall'inquinamento
Nel 2019 nove milioni di persone sono morte a causa dell'aria tossica. «Chiediamo una transizione rapida e massiccia»
MONDO
1 gior
2020-21: l'Oms non ha lottato solo contro il Covid-19
L'impegno gigantesco per fronteggiare il coronavirus non ha impedito i successi in altri ambiti
AFGHANISTAN
1 gior
I Talebani e quei passi indietro sempre più grandi
Alcuni dipartimenti governativi sono stati eliminati, a causa della difficile situazione economica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile