keystone-sda.ch/ (ENRIC FONTCUBERTA)
+ 33
SPAGNA
16.10.19 - 08:140

Catalogna: un'altra notte di scontri, decine di feriti e arresti

Non si è placata la rabbia catalana per le condanne dai 9 a 13 anni di carcere di 12 leader separatisti

BARCELLONA - Per la seconda notte consecutiva non si è placata la rabbia catalana per le condanne dai 9 a 13 anni di carcere di 12 leader separatisti: molte decine di feriti, arresti e 50 voli sospesi a Barcellona hanno segnato le proteste in tutta la regione spagnola.

In serata, poi, decine di migliaia di persone hanno partecipato ad una veglia vicino alle sedi degli uffici del governo spagnolo nelle quattro province della Catalogna, degenerata in molti casi in violenti disordini, con molti feriti e numerosi arresti.

I maggiori scontri si sono verificati a Barcellona e Gironda, dove la polizia ha caricato i dimostranti, dopo che questi hanno tentato di entrare nelle locali rappresentanze del governo di Madrid. In particolare a Barcellona, secondo fonti della polizia, si sono riunite in serata circa 40'000 persone.

Secondo il quotidiano La Vanguardia, i Servizi di emergenza medica (Sem) catalani hanno assistito 74 persone rimaste ferite negli scontri. 37 feriti sono stati soccorsi a Barcellona. Nessuno è stato ferito gravemente.

Immagini in diretta tv dalla capitale catalana hanno mostrato momenti di alta tensione tra gli agenti di polizia e manifestanti schierati a pochissima distanza gli uni dagli altri. Secondo la Vanguardia, i reparti dei Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, hanno caricato per disperdere i gruppi più violenti, come quelli in azione all'Eixample, un quartiere centrale della città, e hanno usato la forza in particolare nel celebre Paseo de Gracia, dove sono intervenuti anche i pompieri per spegnere i falò accesi dai dimostranti e le ambulanze per assistere i feriti. Cariche sono avvenute anche a Tarragona.

«Eserciteremo di nuovo il nostro diritto all'autodeterminazione», ha minacciato il presidente della Generalitat de Catalunya, Quim Torra. Parole ancora più esplicite quelle del presidente del Parlamento catalano Roger Torrent, con cui Torra ha reso omaggio alla tomba di Lluís Companys, il presidente della Generalitat de Catalunya dal 1934 e durante la Guerra civile spagnola, fatto fucilare dal dittatore spagnolo Francisco Franco nel 1940. Torrent ha invocato apertamente "un nuovo referendum" sull'indipendenza della Catalogna e chiesto un'amnistia per i separatisti condannati.

Su quest'ultima ipotesi è arrivata la chiusura del governo ad interim guidato da Pedro Sanchez: l'esecutivo di Madrid ha espresso «il rispetto assoluto e la conformità dell'esecutivo alla sentenza» emessa dalla Corte suprema spagnola. Netto anche il commento del ministro degli esteri spagnolo, Josep Borrell, che ha ribadito l'indivisibilità della Spagna. Da cittadino catalano, il prossimo Alto Rappresentante dell'Ue ha poi stigmatizzato «l'atteggiamento totalitario» dei separatisti che, a suo parere, «escludono parte della popolazione che non la pensa come loro».

Anche a Bruxelles è andata nuovamente in scena la protesta dei separatisti catalani guidati dall'ex presidente della Generalitat Carles Puigdemont, sul cui capo pende ora un nuovo mandato di arresto internazionale. "Non si tratta di un problema catalano o spagnolo, questo è un problema che ci riguarda tutti", ha arringato Puigdemont, chiedendo aiuto "a nome di tutti i perseguitati".

Nei prossimi giorni, i catalani hanno in programma di organizzare nuove marce di protesta mentre per venerdì i sindacati hanno organizzato uno sciopero generale.

keystone-sda.ch/STF (Bernat Armangue)
Guarda tutte le 37 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
VIDEO
STATI UNITI
8 min
Inizio in salita per la Taycan, una delle prime ha già preso fuoco
Un esemplare della nuova elettrica di casa Porsche si è incendiato distruggendo un garage in Florida
STATI UNITI
20 min
Ucciso in casa sua durante una rapina il rapper Pop Smoke
Due uomini a volto coperto hanno fatto irruzione nelle prime ore del mattino. Inutile la corsa in ospedale
ITALIA
1 ora
Vittima di revenge porn, viene licenziata per "danno d'immagine"
La donna ha denunciato tre persone. Pare che i video circolassero anche in chat frequentate da poliziotti e carabinieri
ITALIA
5 ore
«Istruivano i passeggeri a fingersi parenti o amici con la polizia»
La Guardia di Finanza ha scoperto 47 taxi illegali attivi presso l’aeroporto di Malpensa. Multe per oltre 70mila euro
REGNO UNITO
5 ore
Londra annuncia la fine della libera circolazione: «È un momento storico»
Sarà introdotto un sistema a punti: «I datori di lavoro smettano di fare affidamento sull’immigrazione. Investano»
FOTO
MESSICO
7 ore
La rabbia delle donne messicane dopo l'omicidio della piccola Fatima
Proteste anti-machiste si sono tenute a Città del Messico nel giorno dei funerali della bimba di 7 anni
STATI UNITI
7 ore
Altre grane per i 737 Max: trovati oggetti non identificati nei serbatoi
La scoperta è avvenuta su diversi velivoli pronti per la consegna. Boeing tenta da mesi di riportare in volo i propri aerei
STATI UNITI/FINLANDIA
11 ore
Perso nel Maine lo ritrovano 47 anni dopo in un bosco in Finlandia
L'incredibile storia di un anello disseppellito da un hobbista e che era stato smarrito in un centro commerciale Usa negli anni '70
COREA DEL SUD
18 ore
Droni per contrastare il coronavirus
Li ha impiegati la Corea del Sud per disinfettare una cinquantina di scuole
STATI UNITI
20 ore
Trump perdona quattro condannati
Gli uomini, coinvolti in casi di truffa e corruzione, possono tornare in libertà
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile