keystone-sda.ch/ (ANGEL HERNANDEZ)
Secondo le prime ipotesi degli inquirenti si tratterebbe di una vendetta tra due gruppi rivali o una spedizione punitiva.
+ 1
MESSICO
28.08.19 - 20:560

Molotov contro il bar, i morti salgono a 26

Altre 11 persone sono rimaste ferite. L'attacco sarebbe stato compiuto da un gruppo di 5-6 persone

COATZACOALCOS - È salito a 26 morti il bilancio di un attacco armato contro un bar nella città costiera meridionale di Coatzacoalcos, nello stato di Veracruz, in Messico, in un nuovo massacro che flagella il Paese, dove la violenza non cessa da più di 12 anni.

Nell'attacco, 11 persone sono rimaste ferite. L'assalto è avvenuto intorno alle 22 ora locale di ieri (le ore 5 svizzere di oggi) al nightclub White Horse. Tra le cinque e le sei persone sono giunte a bordo di diversi furgoni e hanno lanciato bombe Molotov nel bar, dopo aver sparso carburante, per appiccare il fuoco all'interno del locale.

Le prime ipotesi delle autorità su questo massacro sostengono che sarebbe stata una vendetta tra due gruppi rivali o una spedizione punitiva per il rifiuto dei proprietari del night club di pagare il pizzo. Il governatore di Veracruz, Cuitláhuac García, ha annunciato che è già stato identificato uno dei presunti responsabili, Ricardo "N", alias "La Loca", che era già stato arrestato il mese scorso, ma che era stato rilasciato due giorni dopo.

Degli uccisi nel massacro, il peggiore nel Paese da quando il presidente del Messico Andrés López Obrador è entrato in carica 9 mesi fa, 16 sono uomini e 10 donne, che saranno sottoposti ad analisi forensi per l'identificazione. Il presidente ha condannato il massacro e ha dichiarato in una conferenza stampa di aver chiesto al procuratore generale messicano di farsi carico delle indagini e di andare fino "in fondo" al caso.

Dall'inizio dell'anno, Coatzacoalcos è stata teatro di una sanguinosa disputa tra il Cartello di Jalisco Nuova Generazione e Los Zetas sul controllo dello spaccio di droga e la raccolta del pizzo da bar e ristoranti. Lo scorso aprile, un commando armato ha ucciso 13 persone in una sala per feste a Minatitlan, località vicina a Coatzacoalcos, in un massacro dove è morto il proprietario di un bar che si è rifiutato di pagare il pizzo.

keystone-sda.ch/ (ANGEL HERNANDEZ)
Guarda tutte le 5 immagini
1 mese fa Incendio in un bar, 23 morti e 13 feriti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora
Donna scopre un tumore grazie a una attrazione del museo
Bal Gil ha notato strane colorazioni in una stanza con una fotocamera termica
ITALIA
1 ora
Linate, tutto pronto per la riapertura
Sono terminati i tre mesi di restyling iniziati lo scorso 27 luglio
REGNO UNITO
3 ore
Trovati 39 corpi in un camion
Un 25enne nordirlandese è stato fermato con il sospetto di omicidio. Si tratta dell'autista del tir
ITALIA
4 ore
Strage di Capaci: «Un ex poliziotto mise l'esplosivo»
Clamorosa rivelazione del collaboratore di giustizia Pietro Riggio. «Ho sempre avuto paura di parlare di queste cose»
STATI UNITI
7 ore
Il fantasmino giallo vola con 7 milioni di nuovi utenti
Snapchat chiude il terzo trimestre sopra le attese e intende investire di più nella realtà aumentata per contrastare Facebook, Instagram e YouTube
HONG KONG
8 ore
La testimonianza di un ticinese ad Hong Kong: «La città è irriconoscibile»
La gente locale ha paura, è esasperata e teme per il proprio futuro. «L’economia è ferma»
STATI UNITI
16 ore
La crisi del Boeing 737 Max fa cadere la prima testa
Kevin McAllister lascia, il suo posto va a Stan Deal. Un avvicendamento che piace a Wall Street: i titoli Boeing salgono di oltre il 2%
REGNO UNITO
18 ore
Bocciata la Brexit sprint
La Camera dei Comuni ha detto “no” alla mozione presentata dal governo di Boris Johnson, facendo svanire l'obiettivo di un'uscita concordata dall'Ue il 31 ottobre.
STATI UNITI
18 ore
La polizia ha arrestato Tupac Shakur
L'uomo, 40 anni, è omonimo del rapper scomparso nel 1996
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile