Immobili
Veicoli
Keystone
GERMANIA
12.08.19 - 17:010

Tragedia Germanwings, gaffe Lufthansa: «Non se ne accorsero»

La compagnia potrebbe voler tentare di ridurre i risarcimenti alle famiglie dei 150 a bordo del volo Barcellona-Düsseldorf che si schiantò quattro anni fa per il suicidio del co-pilota

BERLINO - Bufera su una lettera che la Lufthansa ha inviato ai parenti delle vittime del disastro aereo Germanwings sulle Alpi francesi del 2015: nella missiva si sostiene che, prima dello schianto, i passeggeri non si sarebbero accorti di nulla e non avrebbero quindi avuto paura di morire. Lo riferisce il quotidiano tedesco Bild sottolineando che la mossa della compagnia potrebbe essere un tentativo di ridurre i risarcimenti alle famiglie dei 150 a bordo del volo 9525 Barcellona-Düsseldorf che si schiantò quattro anni fa per il suicidio del co-pilota in quel momento da solo ai comandi.

Nella lettera si afferma «che i passeggeri non avrebbero avvertito nulla della caduta». Ma la tesi, ricorda il Bild, è smentita anche da quanto affermato dall'avvocato di un parente di due vittime, Elmar Giemulla, secondo cui le registrazioni audio «hanno confermato che nei dieci ultimi minuti del volo il comandante cercò di sfondare la porta della cabina di pilotaggio» per bloccare il suicida (e dando quindi ai passeggeri l'impressione che stesse avvenendo qualcosa di molto grave).

Inoltre «a tratti il velivolo precipitò a 90 km/h mentre in fase di atterraggio sono normali 24 km/h: una differenza chiaramente notevole», ha detto l'esperto dando l'idea del lungo panico che si sarebbe vissuto a bordo.

L'avvocato accusa Lufthansa, del cui gruppo fa parte la compagnia low-cost Germanwings, affermando come fosse chiaro già all'inizio della sua formazione che il pilota soffriva di depressione. Il giovane volava grazie a permessi speciali cui non fecero seguito nuove valutazioni delle sue condizioni, come peraltro richiesto da una direttiva dell'aprile 2013, riferisce il Bild segnalando che in autunno ci sarà un'udienza sulla richiesta di risarcimento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Quirinale: ancora una fumata nera nella quinta giornata di votazione
Sergio Mattarella ha ricevuto 336 voti. Domani molto probabilmente sarà la giornata decisiva
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La sorella di Omicron sarebbe anche in Lombardia
Sul portale internazionale di dati genomici sono stati segnalati dieci casi di BA.2 nella vicina Penisola
ITALIA
15 ore
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
BRASILE
19 ore
«Dovrebbero difenderli, non sterminarli»
Sotto accusa i funzionari del Dipartimento governativo degli Affari Indigeni (FUNAI) per un insabbiamento
RUSSIA / UCRAINA
1 gior
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
1 gior
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
1 gior
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
1 gior
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
1 gior
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
VIDEO
ITALIA
1 gior
Quirinale, i "bookmaker" oggi dicono Casini
L'ex presidente della Camera parte in pole. Il centrodestra compatto su Sabino Cassese? Alle 11 via al quarto scrutinio
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile