keystone-sda.ch/STF (JEROME FAVRE)
+ 4
CINA
27.07.19 - 16:390
Aggiornamento : 19:56

Scontri tra manifestanti e polizia ad Hong Kong

La protesta (vietata) è degenerata provocando il ferimento di nove persone. Cinque versano in gravi condizioni

HONG KONG - Un'altra giornata di proteste a Hong Kong, dove migliaia di manifestanti sono scesi in piazza per protestare contro gli abusi della polizia in seguito all'aggressione subita domenica scorsa da alcuni attivisti. I dimostranti hanno marciato sfidando il divieto della forze dell'ordine dopo la maxi-protesta di venerdì all'aeroporto internazionale della metropoli.

Sempre vestiti di nero, i manifestanti hanno invaso le strade di Yuen Long, lo stesso quartiere dove domenica scorsa una gang di diverse decine di uomini in maglia bianca armati di bastoni e spranghe, e considerati vicini alla Triade, la mafia cinese, ha attaccato nella locale stazione della metropolitana le persone vestite di nero di ritorno dalla marcia di Civil Human Rights Front.

La polizia si era rifiutata di concedere l'autorizzazione per la manifestazione ma i dimostrati hanno deciso di ignorare il divieto delle autorità proprio in segno di protesta per l'attacco di domenica scorsa che aveva provocato almeno 45 feriti. Il rally era iniziato in maniera pacifica ma poi sono scoppiati scontri violenti tra i manifestanti e i poliziotti dopo che un gruppo di dimostranti, molti dei quali indossavano elmetti e manganelli, ha sfidato gli agenti accusandoli di proteggere la Triade.

I poliziotti hanno reagito lanciando gas lacrimogeni e proiettili di gomma nel tentativo di disperdere il corteo: nove i feriti, tra cui cinque ricoverati in gravi condizioni. Le autorità non hanno voluto dire se si trattava di dimostranti o di agenti. In tarda serata la polizia ha poi disperso con la forza un gruppo di manifestanti che era rimasto a presidiare la stazione della metro a Yuen Long.

I residenti di Hong Kong protestano da oltre un mese, chiedendo soprattutto riforme democratiche e il ritiro di una controversa legge che prevede l'estradizione in Cina per i presunti colpevoli di reati, ma anche elezioni dirette, la fine dell'attuale legislatura, le dimissioni della governatrice Carrie Lam e un'inchiesta sul presunto abuso di potere da parte della polizia.

La manifestazione di oggi nel quartiere di Yuen Long è stata organizzata proprio per protestare contro l'aggressione subita domenica scorsa dagli attivisti pro-democrazia. La polizia è stata accusata di aver chiuso un occhio sull'attacco, intervenendo con molto ritardo e in accordo con gli aggressori, secondo i manifestanti, ma le forze dell'ordine respingono le accuse.

keystone-sda.ch/STF (RITCHIE TOGO)
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
2 ore
Colpo grosso in casa Ecclestone: bottino da 50 milioni
L'esclusiva villa londinese della figlia dello storico patron di Formula 1 è stata svaligiata lo scorso venerdì da tre topi d'appartamento. «Sono scioccata»
SCOZIA
3 ore
Battuta all'asta la bottiglia di whisky più grande del mondo
Alta circa un metro e mezzo, è stata venduta online per 15'000 sterline
STATI UNITI
5 ore
Dopo 43 anni il corpo di quella ragazza ha finalmente un nome
La giovane Judy Gifford era scomparsa nel 1976 all’età di 14 anni. Fu strangolata. Ora gli inquirenti cercano l’autore del delitto
REGNO UNITO
5 ore
La regina Elisabetta II potrebbe essere il tuo capo
La famiglia reale è in cerca di un nuovo responsabile dei social media. L'impiego a tempo pieno promette weekend liberi e pranzi gratuiti
ITALIA
16 ore
Le valanghe fanno tre morti
Tre distinti incidenti hanno avuto esito letale sulle Alpi italiane: in Sudtirolo, Valle d'Aosta e Piemonte
CINA
18 ore
Il 74% dei giovani fa acquisti di notte
Lo rivela un recente sondaggio del quotidiano China Youth Daily
SPAGNA
20 ore
Cop25 fallita, Greta: «La scienza è stata ignorata»
Anche il segretario generale dell'Onu ha espresso «delusione» per l'esito della conferenza sul clima. Il WWF: «I Paesi ricchi si sono sottratti alle loro responsabilità»
FILIPPINE
22 ore
Terremoto: una vittima confermata, è una bimba
La piccola è morta nella cittadina di Matanao a causa del crollo della sua abitazione
FOTO
FILIPPINE
1 gior
Terremoto nelle Filippine: i morti sono almeno 4
Dei quali un bimbo, diversi i crolli e molto panico fra la popolazione. Il bilancio è ancora in corso ed è destinato ad aggravarsi
ARGENTINA
1 gior
Buenos Aires, rapinato e ucciso davanti ad un hotel a cinque stelle
La vittima è un turista britannico. Anche il figlio è stato colpito ad una gamba e si trova ora in ospedale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile