Keystone, archivio
ITALIA
15.07.19 - 15:360

Bruciò il figlio con il ferro da stiro per punizione, 3 anni

Il tribunale sta valutando l'adottabilità del minore

MILANO - Una punizione dolorosissima e sadica, bruciature inferte con il ferro da stiro rovente al proprio figlio disteso a forza su un tavolo: è il terribile particolare emerso da una vicenda famigliare che ha portato alla condanna della donna davanti al giudice di Milano, come riporta oggi il Corriere della Sera.

Un efferato trattamento ripetuto per undici volte e tutto questo solo perché il bambino di cinque anni «era tornato a casa con uno strappo nei pantaloni». La mamma, una cittadina marocchina, ha patteggiato tre anni davanti al giudice.

La donna, che ha 27 anni, ha detto che in quel periodo era fortemente sotto stress per la relazione poi terminata con il suo compagno. Il tribunale ora valuta l'adottabilità del minore.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile