Keystone
I turisti dovranno fare attenzione.
ITALIA
18.06.19 - 14:480

Venezia, multe salate per il decoro: 450 euro per i tour alcolici

Viene prevista una diversa graduazione delle sanzioni per i diversi casi di violazioni

VENEZIA - La Giunta comunale di Venezia rende più severe le sanzioni contro chi trasgredisce le regole sulla sicurezza e il decoro urbano approvate dal consiglio comunale il 16 maggio scorso.

Viene prevista una diversa graduazione delle sanzioni in caso di violazioni delle norme regolamentari che prevedono il "Daspo urbano", ferma restando l'applicazione delle conseguenze previste dalle norme penali e amministrative in materia.

Sarà sanzionato con 350 euro, oltre a 100 euro aggiuntivi per l'ordine di allontanamento, chi, in particolare, compromettendo l'accessibilità e la fruibilità dei luoghi, quindi nei casi più gravi, festeggerà con tour alcolici o addii al celibato minando le condizioni di sicurezza urbana; con 250 euro, oltre a 100 euro per il Daspo urbano, chi circolerà con carretti a mano per il trasporto di cose non a norma; con 350 euro, più altri 100 aggiuntivi per l'ordine di allontanamento, chi svolgerà attività artistiche allo scopo di raccogliere denaro.

Multe di 350 euro per chi sporca in qualsiasi modo i luoghi pubblici; con 200 euro per i proprietari di immobili che non mantengono ordinati e puliti i giardini e le aree verdi. Inoltre subirà una sanzione di 250 euro chi passeggia per la città o nei mezzi pubblici a torso nudo.

«L'obiettivo che ci siamo posti - commenta l'assessore municipale Giorgio D'Este - è di rendere più efficace l'azione dissuasiva a quanti pensano di venire nel Comune di Venezia e poter fare quello che desiderano, non dimostrando alcun rispetto per la città, il decoro urbano, l'incolumità pubblica e la sicurezza».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SIRIA
8 ore

Completato il ritiro curdo da Ras al Ayn

Tutti i combattenti delle Forze democratiche siriane sono fuori dalla città

REGNO UNITO
13 ore

«Porteremo Johnson in tribunale»

Le opposizioni sono furiose per la doppia lettera inviata dal premier e hanno bollato la manovra come «infantile». Bruxelles, intanto, prende tempo

REGNO UNITO / UNIONE EUROPEA
16 ore

Le due lettere di Johnson e la Brexit che diventa farsa

Ci sarebbe poi una terza missiva inviata a Bruxelles, dove gli ambasciatori europei si sono riuniti per discutere il da farsi

STATI UNITI
18 ore

Trump ci rinuncia, niente G7 al suo Doral Golf Club

«Una folle e irrazionale ostilità dei media e dei democratici», ha twittato

REGNO UNITO
1 gior

Una trappola tesa al momento giusto blocca la Brexit

Il voto decisivo atteso per oggi sul deal è saltato ed ora è muro contro muro fra Parlamento e Governo

REGNO UNITO
1 gior

Stop a Johnson, Westminster rinvia la Brexit

La Camera dei Comuni ha approvato un emendamento che obbliga il premier a chiedere un rinvio all'UE

FOTO
REGNO UNITO
1 gior

Il popolo torna in piazza contro la Brexit

Un raduno colorato, fra slogan, cartelli, bandiere britanniche e dell'Ue e vessilli di partito

SIRIA
1 gior

Ankara accusa i curdi di violare il "cessate il fuoco"

«In 36 ore hanno compiuto 14» violazioni». Ma la Turchia assicura che è in atto un coordinamento con gli Stati Uniti

REGNO UNITO
1 gior

Brexit, l'esito resta incerto

È partito il dibattito vero e proprio sull'accordo. Si vota su due emendamenti: una nuova proroga e referendum bis

REGNO UNITO
1 gior

Oggi è il giorno della Brexit

Boris Johnson chiede al Parlamento di approvare l'accordo da lui raggiunto con l'Ue e avverte la Camera dei Comuni che «ora è arrivato il tempo» di decidere

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile