Keystone
+ 4
FRANCIA
01.12.18 - 10:220
Aggiornamento : 13:59

I gilet gialli invadono gli Champs-Elysées

Già prima delle 9.00 si sono registrati tafferugli con la polizia, presente massicciamente attorno alla grande avenue

PARIGI - Sono 5'500 i gilet gialli che manifestano oggi a Parigi attorno agli Champs Elysées, una cifra nettamente in ribasso rispetto agli ottomila di sabato scorso. Lo ha detto il primo ministro Edouard Philippe, che ha rinunciato a partecipare ad una riunione del partito di maggioranza, La République En Marche, per seguire direttamente la situazione in prefettura. I fermi, ha aggiunto il premier, sono almeno 107.

Tafferugli - Già prima delle 9.00 si sono registrati tafferugli con la polizia, presente massicciamente attorno alla grande avenue, devastata dalla guerriglia sabato scorso. Sono 5'000 gli agenti mobilitati nella capitale, gli Champs-Elysees sono chiusi al traffico automobilistico ma aperti ai pedoni. Per la manifestazione non è stata chiesta autorizzazione.


Keystone

Fumogeni - Alle 8:45 sono partiti i primi fumogeni contro il cordone di polizia che controlla la zona. L'uomo che li ha lanciati è stato messo a terra dagli agenti e immediatamente fermato.

L'episodio ha dato vita ai primi tafferugli, con gruppi di gilet gialli che sono fuggiti nella direzione opposta, verso l'Arco di Trionfo, con il volto coperto per proteggersi dai gas lacrimogeni lanciati dalla polizia. Altri manifestanti hanno preso a lanciare fumogeni verso l'Etoile, la piazza che è l'ultima zona aperta alla circolazione prima del blocco sugli Champs-Elyéees.

Manifestanti sono stati segnalati in diversi punti del Paese, soprattutto sulle autostrade. Come nelle altre occasioni, numerosi i blocchi a nord e a sud. Particolarmente difficile la situazione della circolazione a Tolosa.

Manifestanti spaccati in due - Già 16 persone sono state fermate attorno alle 11 agli Champs-Elysées, dove i manifestanti dei gilet gialli appaiono questa mattina spaccati in due. Sulla grande avenue qualche centinaio di dimostranti che hanno accettato di farsi perquisire alle barriere dalle forze dell'ordine e che stanno sfilando in corteo.


Keystone

All'esterno, per lo più sulla piazza dell'Arco di Trionfo, stazionano invece i gruppi che non hanno accettato di essere perquisiti e che si scontrano con la polizia.

Dieci feriti - Dieci persone sono rimaste ferite nella mattina nella zona attorno agli Champs-Elysées, dove sono in corso scontri fra circa 1'500 gilet gialli che tentano di forzare i blocchi della polizia a protezione degli Champs-Elysées. Fra le 10 persone rimaste ferite, 3 fanno parte delle forze dell'ordine.

Contro Macron - Gruppi di manifestanti dei gilet gialli all'Arco di Trionfo hanno circondato la tomba del Milite Ignoto gridando slogan contro il presidente francese Emmanuel Macron, saltando e sventolando bandiere. La zona è circondata dalla polizia che continua a respingere i tentativi dei manifestanti di accedere agli Champs Elysées.


Keystone

 

Keystone
Guarda tutte le 8 immagini
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
17 min

In Germania la pista ciclabile più costosa del mondo: 10 milioni di euro al km

La fattura per i lavori, in corso da 13 anni, è lievitata dai 38,8 milioni preventivati a 115. Per 11,3 km di percorso

AUSTRIA
1 ora

È morto il direttore dell'Aiea

Il giapponese Yukiya Amano aveva 72 anni, la notizia è stata data dalla stessa Agenzia internazionale per l'energia atomica

FRANCIA
4 ore

Il "Soldato volante" attraverserà la Manica con il suo Flyboard

Il 40enne che il 14 luglio scorso ha stregato il pubblico sugli Champs-Élysées tenterà l'impresa giovedì

ITALIA
13 ore

Gasherbrum VII: Cassardo portato ancora più a valle

L'alpinista ferito è stato portato nella zona del cosiddetto Gasherbrum II Campo Uno

FOTO
CANADA
17 ore

Fidanzati uccisi durante un viaggio, è caccia all'uomo

Una 24enne statunitense e un 23enne australiano sono stati trovati sul bordo di un'autostrada nella Columbia Britannica, la polizia indaga in ogni direzione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile