Keystone
FRANCIA
24.11.18 - 09:080
Aggiornamento : 11:16

Si è arreso il "gilet giallo" asserragliato nell'autolavaggio

Già dalle prime ore i manifestanti hanno invaso Parigi, paralizzandola in parte

PARIGI - L'uomo asserragliatosi da ieri pomeriggio nell'autolavaggio di un centro commerciale di Angers, nell'ovest della Francia, dichiarando di avere dell'esplosivo nello zaino si è arreso, senza incidenti, alle teste di cuoio intervenute sul posto: è quanto riferisce Bfm-Tv.

L'uomo, di 45 anni, minacciava di usare il presunto esplosivo se il presidente Emmanuel Macron non avesse accettato di ricevere i gilets-jaunes. Intorno alle 22:45, dopo una lunga trattativa con le teste di cuoio, si è finalmente arreso agli agenti.

Bloccata la Concorde - I primi gruppi di gilet gialli sono a Parigi, in particolare, già attorno alle 9, diversi di loro si aggirano nella zona della Concorde, alla fine degli Champs-Elysees, dove il ministero dell'Interno ha vietato ogni assembramento.

Per il loro "Atto 2/o", dopo la manifestazione di una settimana fa, i manifestanti contro il caro-carburante sembrano determinati a non accettare l'offerta delle autorità di manifestare a Champ-de-Mars, il grande spazio vicino alla Tour Eiffel. Ma le autorità, dopo i tentativi di una settimana fa di alcuni gruppi di raggiungere il vicino Eliseo, hanno vietato e transennato tutta la zona.

La giornata, dopo i 2 morti, 620 feriti fra i manifestanti e 136 fra i poliziotti della settimana di manifestazioni, si annuncia tesa. A Parigi in particolare, dove è in programma un'altra manifestazione, #NousToutes, contro tutte le violenze sessiste e sessuali.

TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report