FRANCIA
12.08.13 - 19:330
Aggiornamento : 24.11.14 - 00:13

In fila per le docce pubbliche, con i senza tetto studenti e operai

Immigrati, precari, studenti e lavoratori poveri rinunciano all'acqua calda in casa per risparmiare

PARIGI - Non solo i senzatetto e i clochard. Immigrati, precari, ma anche studenti, pensionati, lavoratori poveri, che rinunciano all'acqua calda in casa per risparmiare, fanno la fila più volte a settimana nei bagni municipali di Parigi per lavarsi.

 Questa estate, con il caldo e la crisi, sono sempre di più. A Parigi almeno un milione di persone (l'80% sono uomini) ricorre alle docce pubbliche. La capitale ne conta 17. Ce ne sono in centro e nei quartieri più ricchi, ma la maggior parte si concentra nei quartieri popolari del centro est.

Aperte cinque giorni e mezzo a settimana le docce della rue des Haies sono tra le più frequentate della capitale. Costruite nel 1927, sono diventate patrimonio storico della città.

Con la crisi il via vai nelle docce pubbliche parigine si fa sempre più intenso. Tanto che la città sta per aprirne di nuove nel quartiere chic dell'Opera. E pensare invece che i "bains-douches", diffusi alla fine dell'800, sembravano destinati a scomparire negli anni 80: all'epoca, con l'affluenza in calo, chiudevano una dopo l'altro. Per una doccia calda di una ventina di minuti bisognava ancora sborsare 7,50 dei vecchi franchi (neanche due euro di oggi). Le cose però sono cambiate a partire dal 2000, quando le strade di Parigi si sono riempite di poveri e senza tetto: il primo marzo l'accesso ai bains-douches è diventato gratuito.

ats

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
24 min
Coronavirus, ecco come l'aeroporto di Anchorage è diventato il più trafficato al mondo
L'emergenza ha fatto aumentare i voli in Alaska, mentre il resto del mondo piange le conseguenze
GERMANIA
2 ore
Potrebbe esserci l'accordo per salvare Lufthansa
Il governo ha detto sì all'operazione, l'accordo dovrà essere approvato però anche dalla Commissione europea
GERMANIA
2 ore
Volkswagen dovrà risarcire i proprietari delle sue auto diesel
Lo ha decretato la Corte federale tedesca, l'ammontare dipenderà dal chilometraggio della vettura
STATI UNITI
2 ore
È l'ora del «sorprendente» ritorno delle cicale periodiche
«Ci potrebbe essere un reale problema di rumore». Questi straordinari insetti riemergeranno solo tra altri 17 anni.
VIDEO
NUOVA ZELANDA
5 ore
La terra trema durante la diretta, la premier non si scompone
Un sisma di magnitudo 5.8 ha interrotto la trasmissione, Ardern è rimasta calmissima e ha rassicurato tutti
MONDO
7 ore
Passaporto, carta d'imbarco, e... patentino d'immunità
L'esperto di salute pubblica Prof. Emiliano Albanese ci spiega le problematiche di un simile certificato
STATI UNITI
8 ore
I poliziotti sono disarmati, a salvarli è un privato cittadino col fucile
Gli agenti di una remota località dell'Alaska poco hanno potuto fare contro un assalitore armato.
ITALIA
17 ore
Il video del Veneto contro gli assembramenti dell'aperitivo
«Basta poco, una svista e tutto tornerà a fermarsi» ammonisce la campagna istituzionale
STATI UNITI
19 ore
Trump ha finito di prendere l'idrossiclorochina
La terapia ha ricevuto «recensioni entusiastiche» ha dichiarato nel corso di un'intervista
STATI UNITI
21 ore
Festa di liceali in piscina diventa un focolaio di coronavirus
È avvenuto in Arkansas, il governatore invita a non abbassare la guardia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile