Immobili
Veicoli
Keystone
Cina
18.10.21 - 18:300

Quello che nessuno ha visto non era un missile ipersonico

La conferma dal Ministero degli esteri: «Era la prova di routine di un veicolo spaziale»

PECHINO - L'intelligence statunitense può dormire sonni tranquilli. Quello che ieri si pensava un missile ipersonico era in realtà un veicolo spaziale. «Si è trattato di un test di routine». Lo ha spiegato il portavoce del Ministero cinese degli esteri Zhao Lijian in una conferenza stampa questa mattina.

Il Financial Times aveva pubblicato ieri una notizia secondo cui ad agosto la Cina avrebbe lanciato in orbita un missile ipersonico con capacità nucleare. L'articolo aveva suscitato scalpore, soprattutto negli Stati Uniti, dove aleggiava un clima di sorpresa davanti a un tipo di tecnologia avanzata di cui Pechino non era sospettata. Inoltre, nessuno si era accorto del lancio.

L'intelligence americana aveva urlato al pericolo, visto che il sospettato razzo potrebbe, in caso di attacco, superare i missili balistici di difesa. Interpellato, il portavoce dell'ambasciata cinese Liu Pengyu aveva spiegato al giornale che la Cina non aveva intenzione di attaccare nessuno.

Ma oggi è arrivata la chiarezza. Dal Ministero degli esteri si è infatti saputo che non si trattava di un missile ipersonico, ma di un veicolo spaziale che era stato effettivamente lanciato ad agosto. «Erano test di routine. L'attrezzatura di supporto del veicolo spaziale si separa, brucia e si disintegra durante la sua caduta nell'atmosfera e in mare», ha spiegato Zhao Lijian. E ha aggiunto che l'obiettivo è «ridurre il costo delle missioni spaziali e che questo tipo di test viene effettuato in tutto il mondo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
AleXfed 3 mesi fa su tio
In qualsiasi parte del mondo, gli usa devono sempre aprire becco, lanciare accuse e creare tensioni. Se varie nazioni stanno andando avanti con lo sviluppo di armamenti é a causa loro e alla loro tendenza di dettare legge a casa altrui
Aargauer 3 mesi fa su tio
Bu Bu setteteeeee!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
2 ore
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
6 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
7 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Anche l'Irlanda smantella (quasi tutte) le restrizioni
Il primo ministro Micheal Martin ha annunciato questa sera al Paese un quasi ritorno alla normalità
STATI UNITI
11 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
14 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
15 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
16 ore
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile