Keystone
Carles Puigdemont.
ITALIA
24.09.21 - 08:390

Il leader catalano Puigdemont arrestato in Italia

Il giudice dovrà ora decidere «se rilasciarlo o ordinare l'estradizione» in Spagna

ALGHERO - L'ex presidente della Catalogna Carles Puigdemont è stato arrestato dalla polizia al suo arrivo ieri sera all'aeroporto di Alghero, in Sardegna, sulla base di un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità spagnole. Al momento si trova nel carcere di Sassari. 

Secondo il quotidiano El País, che cita fonti giuridiche, l'udienza di Puigdemont è stata già fissata per le 9 del mattino di oggi.

Il giudice dovrà decidere «se rilasciarlo o ordinare l'estradizione» in Spagna, secondo quanto scrive l'entourage dell'ex presidente catalano in una nota. Dopo l'arresto, la diplomazia spagnola si è attivata inviando il console onorario di Spagna per le province di Sassari, Nuoro e Oristano, l'avvocato algherese Fabio Bruno, con l'obiettivo di verificare che al leader dell'indipendentismo catalano sia garantito il rispetto delle regole internazionali.

Ad Alghero, unica città italiana di cultura e lingua catalana, il leader indipendentista doveva partecipare ad un incontro con il movimento autonomista sardo ed incontrare il presidente della Regione, Christian Solinas, e il presidente del consiglio regionale, Michele Pais.

L'avvocato di Puigdemont, Gonzalo Boye, ha scritto su Twitter che il suo assistito è stato ammanettato in base a un ordine di arresto che sarebbe in realtà «sospeso». La parola passa ora ai giudici della Corte d'Appello di Sassari.

Carles Puigdemont, la cronistoria:

Il 30 ottobre 2017 Puigdemont era espatriato a Bruxelles per sottrarsi all'arresto dopo che la Procura di Madrid aveva accusato di ribellione l'intero esecutivo catalano in seguito al referendum del primo ottobre del 2017 sull'indipendenza di Barcellona. L'ex presidente si era rifiutato di tornare in patria per testimoniare e le autorità spagnole avevano emesso a suo carico un mandato d'arresto europeo che un mese dopo il Tribunale supremo aveva ritirato, consentendo così a Puigdemont di viaggiare per internazionalizzare la sua causa, senza però autorizzarne il rientro in Spagna.

A marzo del 2018 le autorità spagnole hanno emanato un nuovo mandato di arresto europeo nei confronti di Puigdemont, fermato in Germania mentre tenta di tornare in Belgio dalla Finlandia. Berlino lo rilascia, ma gli proibisce di lasciare il Paese. A luglio un tribunale locale in Germania si rifiuta di estradare l'ex leader con l'accusa di ribellione e ritira le misure che gravavano su di lui. Puigdemont torna in Belgio.

Il 26 maggio 2019 è stato eletto parlamentare europeo ma non ha potuto recarsi a Madrid per ricevere l'investitura ufficiale, pena l'arresto. La Spagna non considera infatti il leader catalano un europarlamentare, quindi non ne riconosce l'immunità che invece gli è stata riconosciuta dall'assemblea di Strasburgo il 2 giugno del 2020.

A marzo del 2021 il Parlamento europeo ha votato a favore della revoca dell'immunità di Puigdemont ed il 30 luglio del 2021 il Tribunale dell'Unione europea ha respinto la richiesta di sospensione della revoca dell'immunità parlamentare all'ex presidente della Catalogna e ai suoi ex ministri Toni Comín e Clara Ponsatí. «Non vi è motivo di ritenere che le autorità giudiziarie belghe o le autorità di un altro Stato membro possano eseguire i mandati d'arresto europei emessi nei confronti dei deputati e consegnarli alle autorità spagnole», sentenzia il Tribunale dell'Ue.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 mese fa su tio
Solo l’Italia poteva fermarlo!! Vergognoso..
mastermi 1 mese fa su tio
@seo56 se lo hanno arrestato avevano un ordine del governo spagnolo o mandato europeo, nel caso, lo avrebbero arrestato anche qui se ci fossero stati i presupposti scritti sopra. :-)
Heinz 1 mese fa su tio
@mastermi Solo in Italia?? Come al solito patli a Vanvera, visto che è già stato fermato in altri parsi europei negli ultimi anni.
Heinz 1 mese fa su tio
@mastermi P.S. Vergogna?? Ma comincia a vergognarti tu per tutte quelle che ha combinato il tuo paese, poi ne riparliamo, ipocrita!
Tato50 1 mese fa su tio
@Heinz Uella "Uno", guarda che nel tuo paese, se hai il televisore, non manca giorno che combinate disastri. L'ultima è la più bella ed è successa oggi ;-)) Puigdemont è stato rilasciato ed è libero come un uccellino ma la cosa più bella è che può lasciare l'Italia in attesa della decisione sulla sua estradizione che sarà presa il 4 ottobre !!!! Pagliacci, questa è la vostra "giustizia" che fa un figurone nel fermo e un tremendo figurone per sbarazzarsene. Speriamo che non venga in Svizzera perché ve lo riportiamo a casa vostra. Ma quando due mesi fa era in Germania come mai non l'hanno fermato ? Per evitare figuracce come quelle dei tuoi "giustizieri" ;-(((
Heinz 1 mese fa su tio
@Tato50 In Germania successe esattamente lo stesso, lo presero, fini dentro per settimane, poi pagò una cauzione per uscire in attesa di processo per estradizione, scappò in belgio e fini tutto cosi. Quindi... cosa cambia? Nulla ma se succede in Italia c'è chi fa la morale.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
3 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
5 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
7 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
15 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
17 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
20 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
22 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
23 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
1 gior
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile