Reuters
Un cartello motivazionale appeso all'ingresso di un centro vaccinale a Bankstown, nel Nuovo Galles del Sud. Le autorità australiane ormai guardano ai numeri della campagna vaccinale per decidere i prossimi allentamenti.
AUSTRALIA
01.09.21 - 13:300

Il lockdown australiano non riesce a frenare la variante Delta

Lo stato di Victoria ha prorogato di tre settimane il confinamento. E le autorità ora guardano al numero di vaccinati

SYDNEY - Quando nel mese di giugno le autorità di Sydney, seguite da quelle di Darwin prima e Brisbane pochi giorni dopo, annunciavano un nuovo lockdown, la popolazione del Paese oceanico pensava con ogni probabilità che si trattasse di un provvedimento a breve termine. Un pensiero, se la logica non ci manda fuori strada, condiviso anche attorno al tavolo dell'esecutivo della capitale del Nuovo Galles del Sud, che aveva decretato due settimane di confinamento per "togliere ossigeno" alla corsa della variante Delta. La storia però, come ormai sappiamo, è andata in modo diverso.

Oltre due mesi dopo, l'Australia si ritrova ancora nel mare aperto della pandemia, travolta dalla peggiore ondata di contagi dall'inizio dell'emergenza. E le cifre sono quantomai eloquenti. Nella primavera del 2020 il picco di nuove infezioni aveva superato di poco la soglia dei 500 casi giornalieri. Nella seconda ondata la "marea" si era alzata fino superare quota 700, prima di ritirarsi. Ora, il Paese oceanico sta facendo i conti da alcuni giorni con bollettini quotidiani a quattro cifre, con il picco toccato domenica scorsa, con 1'356 nuove infezioni a referto.

La «libertà per tutti i vaccinati» a quota 70%
Il tutto mentre i lockdown vengono prolungati, a colpi di settimane, da uno stato all'altro. L'ultima proroga è stata annunciata in queste ore dallo stato di Victoria; altre tre settimane (almeno) di "chiusura" con il premier Daniel Andrews che ha messo nero su bianco la "conditio sine qua non" per poter procedere con i primi allentamenti: raggiungere la soglia del 70% di vaccinati con almeno una dose. «Ci aspettano tempi difficili nelle prossime settimane», ha detto.

Per Sydney e dintorni, che sono il vero epicentro del grande focolaio targato Delta in Australia, la strategia d'uscita è ancora più rigida. Ora «non in importa quale sia il numero dei casi», ha sottolineato la premier Gladys Berejiklian, spiegando che la «libertà per tutti i vaccinati» nel Nuovo Galles del Sud passa attraverso «la doppia dose» per il 70% della popolazione.

Solo un terzo della popolazione è del tutto vaccinata
La campagna vaccinale anti-Covid in Australia ha impiegato mesi per raggiungere una buona velocità di crociera, incontrando nelle prima metà dell'anno difficoltà legate alle scarse forniture. Alla fine dello scorso giugno, quando la variante Delta ha fatto breccia nella bolla australiana, solamente il 5.9% della popolazione aveva completato la vaccinazione e meno di un terzo aveva ricevuto almeno la prima dose. A due mesi di distanza, i numeri sono nettamente cresciuti. Le ultime cifre aggiornate dalle autorità nazionali riferiscono di un 35.7% di cittadini (sopra i 16 anni) completamente vaccinati e del 59.6% che ha ricevuto almeno la prima dose.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Bibo 1 mese fa su tio
Questo succede a puntare solo sulle chiusure/isolamenti...
Fkevin 1 mese fa su tio
Quante nazioni che non mi viene voglia di visitare. Solo restrizioni, LOOKDOWN e altre baggionate.... Grazie al covid ho ritrovato paesi dove visitare che se ne fregano di questo virus, che non ne parlano e a quanto pare non hanno la crisi sanitaria come lo abbiamo cimentato noi colpendo il popolo a livello mentale. Tutti i giorni dati, decessi, covid, vaccini, politica che decide su di noi, massimo 5 persone in casa, no matrimoni, ecc....... . Questa è la vita che volete continuare ancora per quanti anni? Se fosse una cosa così grave, state tranquilli che ero il primo a non portare i miei figli all'asilo e non andrei in vacanza e non uscirei di casa (solo per prendere il bene necessario). Quindi, a quanto pare non è così pericolosa questo corona, perché credo cmq che lavoriamo e ci ritroviamo con i nostri amici ecc 😄😄😄😄
Bibo 1 mese fa su tio
@Fkevin Sentiamo, quali sono questi Paesi meravigliosi che non hanno il covid? la luna? Ripeto, ti auguro con tutto il cuore di non mai ammalarti, idem per la tua famiglia.
Aargauer 1 mese fa su tio
@Fkevin Logorroico…
Fkevin 1 mese fa su tio
@Bibo Già ammalato. Pure la mia famiglia. Cavoli sai una cosa? Ancora tutti vivi. Come mai? Mah, misteri della scienza
Fkevin 1 mese fa su tio
@Bibo Tutto il mondo c'è il covid, ma alcuni paesi dell'Est per esempio non lo accennano. In Africa per esempio non ne parlano (hanno problemi più gravi che gente come te non ci pensa). Come la fame, malaria, ebola. Solo queste 3 cose che ho elencato, ci sono stai più decessi in un anno rispetto ai 2 anni di corona. Ma di questo cosa ce ne frega, adesso c'è il corona, salviamo le nostre natiche, vada via al settebello il terzo mondo (dove andiamo ben volentieri in vacanza). 😄😄😄
emib53 1 mese fa su tio
@Fkevin Esperto, come spieghi che al ritorno dai paesi dell'est di colpo ci sono molte persone malate? Forse non hai sentito dire che in certi paesi i dati sono modificati per motivi politici, e non certo quelli dell'Europa dell'ovest. I dati OMS danno più di 4 milioni di morti in più, contesti anche questi dati? Mi spiace per concludere che il tuo idolo si sia vaccinato, che dramma personale , per fortuna l'altro, forse, resiste. Oltre a leggere gli articoli originali fino in fondo, ti consiglierei anche un ripasso della grammatica e dell'ortografia.
Bibo 1 mese fa su tio
@Fkevin Ma come mai allora non ci vai a vivere in questi paesi idilliaci? in Africa certo che hanno problemi assai più gravi ma credimi che farebbero carte false per potersi vaccinare come da noi! E a questi problemi ci penso sicuramente più di te che te ne fotti di noi, figuriamoci di loro... Addio.
Bibo 1 mese fa su tio
@Fkevin Ma strano, giurerei che in un altro post avevi affermato l'esatto contrario...
Fkevin 1 mese fa su tio
@Bibo Tira fuori il mio post. Io non sono contradditorio come la maggior parte di voi. Certo per fortuna vivo in svizzera e siamo molto fortunati noi qui rispetto ai nostri confini vicini (vedi Germania, Francia e Italia). Vai tranquillo che in Africa non credo che farebbero la fila per questo vaccino. Si vede che non conosci niente, hanno 1000 altri problemi invece di questo coronella. Vivono anche meno rispetto a noi. Certo che me ne frego di voi, non mi date fastidio se vaccinati o non vaccinati. Anzi non lo voglio neanche saperlo, addio a te e alla ignoranza
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
1 ora
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
3 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
5 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
13 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
15 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
18 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
20 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
22 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
22 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
1 gior
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile