OMS
La Cina ha ufficialmente debellato la malaria.
CINA
30.06.21 - 06:300

Da 30 milioni di casi l'anno a zero: la Cina è libera dalla malaria

È così arrivata la certificazione da parte dell'Oms

PECHINO - L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha certificato che la Cina è ufficialmente libera dalla malaria, al termine di sforzi durati oltre 70 anni. Basta una cifra per spiegare la portata dell'impresa: negli anni Quaranta del secolo scorso erano 30 milioni i casi ogni anno.

La Cina è il primo paese della regione del Pacifico occidentale a ricevere una certificazione del genere in oltre tre decenni. In precedenza questo status era stato raggiunto da Australia (1981), Singapore (1982) e Brunei (1987). «Oggi ci congratuliamo con il popolo cinese per aver liberato il paese dalla malaria», ha affermato il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. «Il loro successo è stato duramente guadagnato ed è arrivato solo dopo decenni di azioni mirate e prolungate. Con questo annuncio, la Cina si unisce al numero crescente di paesi che stanno dimostrando al mondo che un futuro senza malaria è un obiettivo praticabile».

Sono 40 i paesi e i territori che hanno ricevuto la certificazione dell'Oms. Quest'anno è toccato alla Cina e a El Salvador, mentre nel 2019 ce l'avevano fatta Algeria e Argentina. «Lo sforzo instancabile della Cina per raggiungere questo importante traguardo dimostra come un forte impegno politico e il rafforzamento dei sistemi sanitari nazionali possano portare all'eliminazione di una malattia che una volta era un grave problema di salute pubblica» ha affermato Takeshi Kasai, direttore dell'Ufficio regionale del Pacifico occidentale dell'Oms. «Il successo della Cina ci avvicina di un passo verso la prospettiva di una regione del Pacifico occidentale libera dalla malaria».

Una lunga battaglia - Le prime politiche anti-malaria in Cina sono state messe in atto a partire dagli anni '50. Le autorità sanitarie cinesi hanno lavorato per individuare e fermare la diffusione della malaria fornendo farmaci antimalarici preventivi per le persone che rischiavano di contrarre la malattia, oltre a cure per coloro che si erano ammalati. Il paese ha anche compiuto un grande sforzo per ridurre i luoghi di riproduzione delle zanzare e ha intensificato l'uso d'insetticidi spray.

Nel 1967, il governo cinese ha lanciato il "Progetto 523", un programma di ricerca nazionale volto a trovare nuovi trattamenti per la malaria. Questo sforzo, che ha coinvolto più di 500 scienziati di 60 istituzioni, ha portato alla scoperta negli anni '70 dell'artemisinina, il composto principale delle terapie combinate a base di artemisinina (ACT), i farmaci antimalarici più efficaci oggi disponibili. «Per molti decenni, la capacità della Cina di pensare fuori dagli schemi ha servito bene il paese nella propria risposta alla malaria e ha anche avuto un significativo effetto a catena a livello globale», ha spiegato il dottor Pedro Alonso, direttore del Programma globale contro la malaria dell'Oms. «Il governo e il suo popolo erano sempre alla ricerca di modi nuovi e innovativi per accelerare il ritmo dei progressi verso l'eliminazione».

Le fondamentali zanzariere - Negli anni '80, la Cina è stata uno dei primi paesi al mondo a testare ampiamente l'uso di zanzariere trattate con insetticida (ITN) per la prevenzione della malaria, ben prima che le reti fossero raccomandate dall'Oms per il controllo della malaria. Nel 1988 erano state distribuite più di 2,4 milioni di reti a livello nazionale. L'uso di tali zanzariere ha portato a sostanziali riduzioni dell'incidenza della malaria nelle aree in cui sono state impiegate.   

Alla fine del 1990, il numero di casi di malaria in Cina era sceso a 117mila e i decessi si erano ridotti del 95%. Con il sostegno del Fondo globale per la lotta all'Aids, alla tubercolosi e alla malaria, a partire dal 2003 la Cina ha accresciuto la formazione del personale e il numero degli effettivi, le attrezzature di laboratorio, i medicinali e il controllo delle zanzare. Questo sforzo ha portato a un'ulteriore riduzione dei casi: entro 10 anni, il numero di casi era sceso a circa 5000 all'anno.

Nel 2020, dopo aver segnalato quattro anni consecutivi di zero casi indigeni, la Cina ha richiesto una certificazione ufficiale dell'Oms per l'eliminazione della malaria. I membri del gruppo indipendente di certificazione per l'eliminazione della malaria si sono recati in Cina lo scorso mese di maggio per verificare lo stato di assenza di malaria del paese e il suo programma per prevenire il ristabilimento della malattia.

OMS
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GRECIA
1 ora
Terremoto di magnitudo 6.0 a Creta
L'epicentro della scossa è stato localizzato a una ventina di chilometri a sud di Candia
GERMANIA
2 ore
L'Spd s'impone al fotofinish
I socialdemocratici avanti con il 25,7% dei voti, crollo dei conservatori. Quale coalizione per governare?
MONDO
4 ore
Le giovani generazioni «vivranno una vita senza precedenti»
Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale
GERMANIA
15 ore
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Regno Unito
16 ore
Sabina Nessa, arrestato il presunto assassino
La 28enne è stata accoltellata a morte lo scorso 17 settembre poco lontano dalla sua abitazione
FOTO
SAN MARINO
19 ore
San Marino alle urne per depenalizzare l'aborto
È una delle poche nazioni in Europa dove è ancora illegale, si vota oggi dopo una battaglia politica lunga 18 anni
GERMANIA
23 ore
Oggi in Germania si decide il volto del dopo-Merkel
Che si prospetta instabile, con un testa a testa fra Laschet e Scholz che non avranno i numeri per governare da soli
STATI UNITI
1 gior
Deraglia l'alta velocità: tre morti nel Montana
Un treno che correva tra Chicago e Seattle è uscito dai binari. Diversi i feriti
SPAGNA
1 gior
Altre bocche, altre eruzioni: chiuso l'aeroporto di La Palma
A preoccupare, nell'immediato, è la quantità di cenere che ha ricoperto l'isola
Regno Unito
1 gior
Uccisa a coltellate mentre raggiungeva un'amica al bar
I londinesi hanno organizzato ieri sera una veglia in suo onore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile