AFP
STATI UNITI
24.06.21 - 08:020

Assalto al Campidoglio, c'è la prima condanna

Una 49enne dell'Indiana si è mostrata pentita davanti al giudice

Grazie alla cooperazione e all'ammissione di colpevolezza, ha evitato il carcere

WASHINGTON - Tre anni di libertà condizionale, con l'obbligo di effettuare 40 ore ai servizi sociali, e una multa di 500 dollari.

È quanto ha sentenziato il giudice distrettuale Royce C. Lamberth nella prima condanna nei confronti di una delle persone che il 6 gennaio ha preso d'assalto il Congresso statunitense.

A dichiararsi colpevole di aver manifestato, una 49enne dell'Indiana. Sebbene poche ore dopo la rivolta abbia parlato del «giorno più emozionante della mia vita», in tribunale ha espresso invece «rammarico e contrizione», riporta il Washington Post.

«Sono andata lì per sostenere... Il Presidente Trump in modo pacifico», ha detto, «mi vergogno che sia diventato uno spettacolo di violenza quel giorno. . . . Non è mai stata mia intenzione far parte di qualcosa che è così disdicevole nei confronti del popolo americano. Voglio solo scusarmi» ha ammesso la donna, dichiarandosi colpevole.

Lamberth ha dichiarato di aver apprezzato la cooperazione e l'ammissione di colpevolezza della donna.

«Questa non è stata una passeggiata turistica, e neanche una dimostrazione pacifica. Non è stato un caso che sia diventata violenta; era intesa a fermare il funzionamento stesso del nostro governo», ha poi dichiarato il giudice, criticando i resoconti e le testimonianze di alcuni membri repubblicani del Congresso, che hanno tentato di minimizzare la vicenda.

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
11 ore
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
13 ore
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
17 ore
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
21 ore
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
22 ore
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
STATI UNITI
1 gior
I resti umani sono quelli di Brian Laundrie
Il corpo trovato ieri in una riserva naturale della Florida è quello dell'ex-fidanzato, e assassino, di Gabby Petito
STATI UNITI
1 gior
Un morto e un ferito sul set, a sparare è stato Alec Baldwin
Il dramma sarebbe legato a una pistola usata sul set che avrebbe dovuto essere caricata a salve
Corea del Sud
1 gior
Per i sudcoreani Squid Game è tutti i giorni
La serie Netflix non si discosta poi tanto dalla realtà: i sudcoreani hanno un debito pro-capite pari a 44'000 dollari
UNIONE EUROPEA
1 gior
Senza vaccino e Green pass il Covid dilaga
L'incubo della pandemia è tornato soprattutto nelle nazioni a bassa percentuale di vaccinati e con poche restrizioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile