Depositphotos
COREA DEL SUD
16.06.21 - 19:260

Molka, o la paura di essere riprese dalla webcam di uno sconosciuto

Un fenomeno diffuso nel quotidiano sudcoreano e un incubo per milioni di donne. La denuncia: «Pochissimi pagano»

SEUL - Aver paura di cambiarsi o usare una toilette quando si è fuori casa, o anche in casa propria, per timore di essere riprese da una telecamera nascosta e finire sulla pubblica piazza del web. Sembrerà singolare ma, questo, è un sentimento diffuse fra le sudcoreane.

Il motivo si chiama gergalmente molka, ovvero l'uso voyeuristico di telecamere per filmare per la stragrande maggioranza ragazze e donne nei bagni di ristoranti, bar e anche negli uffici dove lavorano.

Si tratta di un fenomeno così diffuso nella vita quotidiana che nel 2018 ha portato 22'000 persone a protestare per le strade di Seul. La manifestazione ha convinto il presidente Moon Jae-jin a chiedere pene più dure per i criminali con multe salate e carcere. Sanzioni che, malgrado la buona volontà delle istituzioni, alla fine difficilmente vengono davvero comminate.

A ritrarre in maniera ancora più accurata il fenomeno ci ha pensato un nuovo studio dello Human Rights Watch - l'Osservatorio dei diritti umani di New York - come riportato da un articolo recente del Guardian.

La ricerca prende in esame il periodo che va dal 2008 al 2017 ed evidenzia un aumento dei casi di circa 11 volte. Il picco è di 7'000 casi (denunciati) annui, circa il 20% (uno su cinque) dei crimini sessuali che finiscono all'attenzione delle autorità sono crimini sessuali di natura digitale. 

Le condanne, quando arrivano, sono spesso lievi: «La polizia non li prende seriamente, perché non c'è contatto fisico fra l'aguzzino e la vittima», spiega Lina Yoon di Human Rights Watch, «ma è una cosa terrificante per le sopravvissute, con il fatto che le immagini finiscono poi sul web rischia di essere una ferita permanente, sempre pronta a riaprirsi».

Nel 2020 nel 79% dei casi finiti all'attenzione di un tribunale, l'aguzzino è condannato a pagare una multa oppure una pena sospesa, o entrambe. Circa uno su due dei casi denunciati (43.5%) però non arriva nemmeno davanti al giudice, e viene abbandonato in fase istruttoria.

Una delle condanne più note in questo senso riguarda i 40 anni di carcere dati a Cho Ju-bin, giovanissimo boss di una chat Telegram che diffondeva foto a carattere sessuale, ritenuto colpevole di vari capi d'imputazione tra i quali lo sfruttamento sessuale, anche di minorenni.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GRECIA
35 min
Otto feriti e venti case distrutte
Cinque villaggi evacuati nella regione di Patrasso, in Grecia. Le fiamme continuano ad avanzare
LE IMMAGINI
EUROPA
11 ore
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
13 ore
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
ITALIA
15 ore
Botte a un passante perché pensavano fosse un ladro, denunciati tre svizzeri
Credevano avesse rubato loro uno zainetto, ma in realtà non c'entrava nulla
REGNO UNITO
16 ore
Rischio Delta, gli esperti consigliano il vaccino alle donne in gravidanza
Le future mamme ricoverate hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite
CINA
18 ore
Il virus torna a circolare in Cina
I contagi, dovuti alla variante Delta, si sono già diffusi in cinque province e almeno 13 città
TURCHIA
23 ore
Una famiglia sterminata dai vicini
Sette persone uccise in un attacco legato ai diritti di pascolo. Ma sullo sfondo tensioni razziali
SPAGNA
1 gior
Salva la bimba di 2 anni trovata vicino ai genitori morti
Sono stati gli abitanti della zona a chiamare la polizia, allertati dall'auto in fiamme.
ITALIA
1 gior
La Delta in Lombardia: «Zero decessi tra i vaccinati»
Il coordinatore della campagna vaccinale Bertolaso: «È il punto su cui bisogna insistere. Il vaccino è fondamentale»
GERMANIA
1 gior
Test negativo obbligatorio (da domenica) per entrare in Germania
L'entrata sarà consentita anche a chi può dimostrare di essere vaccinato completamente o di essere guarito dal Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile