Reuters
NUOVA ZELANDA
14.06.21 - 09:300

Film sulla strage di Christchurch? «Non deve parlare di me»

Le parole della premier Jacinda Ardern, dopo il fiume di polemiche

Nel frattempo, uno dei produttori ha dato le dimissioni

WELLINGTON - La premier neozelandese Jacinda Ardern si è infine espressa riguardo al discusso film che riassume la sua risposta agli attacchi alla moschea di Christchurch del 2019, dichiarando che trova il film «incentrato sull'argomento sbagliato» e che «è ancora troppo presto».

Riavvolgendo il nastro degli eventi, la pellicola annunciata venerdì dal nome 'They Are Us' è subito stata bersagliata da un'ondata di critiche, scatenando in particolare le reazioni tra i musulmani neozelandesi e tra i familiari delle vittime, che accusano di aver promosso una narrativa da 'salvatore bianco'. In molti hanno definito la scelta di concentrarsi sulle azioni della premier «insensibile» e «oscena». Una petizione per fermare la produzione del film ha già ottenuto circa 60'000 firme. 

Nella strage di Christchurch, lo ricordiamo, un suprematista bianco armato ha sparato in due moschee uccidendo 51 persone e ferendone in modo grave altre 40. «Ci sono così tante storie che dovrebbero essere raccontate e non considero la mia come una di queste: sono le storie della comunità, le storie delle famiglie», ha detto Ardern.

Nel frattempo, come riporta il Guardian, uno dei produttori del film si è dimesso dal progetto dopo le critiche. Si tratta della produttrice neozelandese Philippa Campbell: «Ho ascoltato le preoccupazioni sollevate negli ultimi giorni e ho sentito la forza delle opinioni delle persone. Sono d'accordo che gli eventi del 15 marzo 2019 siano troppo crudi per un film in questo momento e non voglio essere coinvolta in un progetto che sta causando una tale angoscia», ha detto in una dichiarazione rilasciata ai media.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
5 ore
Il volto violento della moda
Un mondo solo apparentemente dorato, all'interno del quale si nascondono predatori sessuali
AFGHANISTAN
17 ore
Dieci civili vittime del drone: il Pentagono ammette
L'episodio è avvenuto poco prima del ritiro delle truppe Usa da Kabul
Egitto
20 ore
In progetto una ferrovia lunga 1'800 chilometri per attraversare il deserto
Firmato l'accordo per la costruzione della prima tratta con la multinazionale tedesca Siemens
STATI UNITI / CINA
22 ore
ll boom del traffico intercontinentale dei falsi certificati Covid
Le dogane Usa intercettano migliaia di pacchi provenienti dalla Cina
BELGIO
1 gior
Attentati di Bruxelles, Salah Abdeslam rinviato a giudizio
Sei dei 10 imputati sono alla sbarra anche per le stragi di Parigi del 2015
DANIMARCA
1 gior
Verso una nuova regolamentazione sulla caccia alle balene
Non sono mancate le risposte alle accuse sui social: «È solo che il nostro mattatoio è a cielo aperto»
RUSSIA
1 gior
I russi al voto, tra «censure», «scelte limitate» e «attacchi hacker»
Con l'esclusione dei maggiori oppositori, il partito di maggioranza - Russia Unita - punta a riconfermarsi
Stati Uniti
1 gior
In migliaia stipati sotto un ponte aspettano per attraversare il confine
Le condizioni igienico-sanitarie sono al limite, mancano acqua, cibo e una risposta concreta all'emergenza umanitaria
REP. DEMOCRATICA DEL CONGO
1 gior
Traumatizzati e dimenticati: sono gli orfani dell'Ebola
Molti faticano a ricostruirsi una vita a causa dello stigma sociale che circonda il morbo
CONFINE
1 gior
Nubifragio a Malpensa, aerei nel caos
Decine di persone intrappolate in auto. Lo scalo varesino è chiuso e i voli sono dirottati altrove
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile