keystone-sda.ch (Justin Tang)
215 scarpe posate davanti al Parlamento canadese ricordano le altrettante vittime i cui resti sono stati ritrovati a Kamloops.
CANADA
12.06.21 - 13:480

Il vescovo di Montréal si scusa con i nativi

Il ritrovamento dei resti di 215 bambini in una fossa di una scuola della Chiesa cattolica aveva provocato sconcerto.

Il caso aveva provocato anche la reazione di Papa Francesco che aveva espresso «dolore» e «vicinanza» e chiesto la collaborazione delle autorità religiose canadesi.

OTTAWA - Il vescovo di Montréal, mons. Christian Lépine, pubblica una lettera di scuse, a nome della Chiesa cattolica, per il ritrovamento dei resti di 215 piccoli nativi in una fossa presso una scuola gestita dalla Chiesa cattolica nel British Columbia. Il caso aveva suscitato, domenica scorsa, anche la reazione di Papa Francesco che all'Angelus, oltre a esprimere «dolore» e «vicinanza», ha parlato di «scioccante notizia» e ha chiesto «collaborazione» tra le autorità politiche e religiose al fine di «fare luce» su quanto accaduto.

Il vescovo Lépine parla di «un lato oscuro della storia canadese rispetto al quale nessun uomo, donna, credente o no, può giustamente rimanere indifferente. I nostri valori più fondamentali sono stati abbattuti, mentre l'integrità delle famiglie e il rispetto della persona umana sono stati così radicalmente violati».

Le scuole residenziali «hanno distrutto vite; quelle delle famiglie e delle comunità, alle quali sono stati strappati i loro figli. Quelle dei bambini, soli, sradicati, spesso maltrattati. Provo grande sgomento nel constatare che, come canadesi e cattolici, davanti a Dio e agli uomini, abbiamo collaborato a questa politica che, sotto l'apparenza dell'educazione, mirava ad assimilare gli abitanti originari del Paese. Le parole non bastano per esprimere il dolore che provo di fronte a tanta sofferenza».

«Voglio porgere le mie sincere scuse per le sofferenze causate alle famiglie e alle comunità indigene in Canada. Dedicherò i miei migliori sforzi per contribuire al dialogo e ripristinare la fiducia, per costruire una società libera da discriminazioni e rispettosa della vita e della dignità di ogni essere umano», conclude il vescovo di Montréal.

keystone-sda.ch (DARRYL DYCK)
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFGHANISTAN
2 ore
Bombe e morti, torna l'ombra dell'Isis sull'Afghanistan
Sono almeno tre gli ordigni esplosi a Jalalabad. Il ritorno dell'Isis dopo il ritiro degli Stati Uniti?
STATI UNITI
3 ore
Miliardario colpevole di omicidio (dopo vent'anni)
Nel 1982 aveva ucciso la prima moglie. E nel 2000 la donna che l'aveva aiutato a coprire le tracce
PAESI BASSI
5 ore
Cani nel mirino dei malviventi
Il fenomeno si riscontra nei Paesi Bassi, dove le autorità invitano i proprietari a tenere d'occhio i quadrupedi
STATI UNITI
6 ore
Un flop a Capitol Hill
La destra americana si ritrova a sostegno degli assalitori del Congresso. Ma sono in pochi
MONDO
15 ore
Il volto violento della moda
Un mondo solo apparentemente dorato, all'interno del quale si nascondono predatori sessuali
AFGHANISTAN
1 gior
Dieci civili vittime del drone: il Pentagono ammette
L'episodio è avvenuto poco prima del ritiro delle truppe Usa da Kabul
Egitto
1 gior
In progetto una ferrovia lunga 1'800 chilometri per attraversare il deserto
Firmato l'accordo per la costruzione della prima tratta con la multinazionale tedesca Siemens
STATI UNITI / CINA
1 gior
ll boom del traffico intercontinentale dei falsi certificati Covid
Le dogane Usa intercettano migliaia di pacchi provenienti dalla Cina
BELGIO
1 gior
Attentati di Bruxelles, Salah Abdeslam rinviato a giudizio
Sei dei 10 imputati sono alla sbarra anche per le stragi di Parigi del 2015
DANIMARCA
1 gior
Verso una nuova regolamentazione sulla caccia alle balene
Non sono mancate le risposte alle accuse sui social: «È solo che il nostro mattatoio è a cielo aperto»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile