Keystone
ITALIA
05.06.21 - 18:040

Letti aggiuntivi in terapia intensiva: realizzato solo un quarto di quelli previsti

Lo rivela un rapporto della Corte dei conti italiana. Importanti le differenze fra regioni, con Bolzano in testa.

ROMA - I letti di terapia intensiva sono stati un importante indicatore sullo stato della crisi sanitaria in questo anno e mezzo di pandemia e il loro potenziamento è stato spesso invocato a gran voce dagli operatori sanitari e dalla popolazione. Un rapporto della Corte dei conti italiana, però, rivela ora come, nella vicina penisola, si sarebbe potuto fare molto di più per aumentare i posti in cure intense.

Come riferisce il Fatto quotidiano, a fine aprile l'avanzamento del potenziamento di queste strutture - previsto e finanziato già nel maggio del 2020 dal governo Conte - era fermo al 25,7%. Su 3'591 posti aggiuntivi in terapia intensiva programmati ne erano stati realizzati solo 922.  

Particolarmente marcata la differenza fra Regioni, responsabili per la realizzazione degli interventi già approvati dal ministero della Salute. Mentre la Valle d'Aosta, il Molise e la Basilicata non hanno attivato nessuno dei posti letto previsti (rispettivamente 10, 14 e 32) e la Sicilia, il Piemonte e la Lombardia ne hanno realizzati rispettivamente solo il 3,3% (10 su 301), il 6,7% (20 su 299) e l'8% (47 su 585), la Provincia autonoma di Bolzano ha approntato il 100% dei letti aggiuntivi programmati (40 su 40). Bene hanno fatto anche Emilia-Romagna e Abruzzo, rispettivamente con il 79,2% e il 75,8% dei posti programmati realizzati.

Simili ritardi si riscontrano anche per l'aumento dei posti in terapia semi-intensiva, l'ammodernamento dei pronto soccorso e il potenziamento delle ambulanze. Per questi interventi e per le cure intense il governo Conte aveva stanziato 1,41 miliardi.   

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GRECIA
40 min
Terremoto di magnitudo 6.0 a Creta
L'epicentro della scossa è stato localizzato a una ventina di chilometri a sud di Candia
GERMANIA
2 ore
L'Spd s'impone al fotofinish
I socialdemocratici avanti con il 25,7% dei voti, crollo dei conservatori. Quale coalizione per governare?
MONDO
3 ore
Le giovani generazioni «vivranno una vita senza precedenti»
Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale
GERMANIA
15 ore
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Regno Unito
16 ore
Sabina Nessa, arrestato il presunto assassino
La 28enne è stata accoltellata a morte lo scorso 17 settembre poco lontano dalla sua abitazione
FOTO
SAN MARINO
19 ore
San Marino alle urne per depenalizzare l'aborto
È una delle poche nazioni in Europa dove è ancora illegale, si vota oggi dopo una battaglia politica lunga 18 anni
GERMANIA
23 ore
Oggi in Germania si decide il volto del dopo-Merkel
Che si prospetta instabile, con un testa a testa fra Laschet e Scholz che non avranno i numeri per governare da soli
STATI UNITI
1 gior
Deraglia l'alta velocità: tre morti nel Montana
Un treno che correva tra Chicago e Seattle è uscito dai binari. Diversi i feriti
SPAGNA
1 gior
Altre bocche, altre eruzioni: chiuso l'aeroporto di La Palma
A preoccupare, nell'immediato, è la quantità di cenere che ha ricoperto l'isola
Regno Unito
1 gior
Uccisa a coltellate mentre raggiungeva un'amica al bar
I londinesi hanno organizzato ieri sera una veglia in suo onore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile