Keystone
STATI UNITI
22.04.21 - 18:340

Condannato all'ergastolo l'attentatore di Times Square

Aveva tentato di farsi esplodere dopo aver scritto su Facebook: «Trump, non riesci a proteggere la tua nazione».

NEW YORK - È stato condannato all'ergastolo il 31enne bengalese che, nel dicembre del 2017, tentò di farsi esplodere con un ordigno artigianale in una fermata della metropolitana di New York. A causa di un malfunzionamento della bomba lui si salvò e tre passanti rimasero feriti in maniera non grave.

«L'ergastolo è appropriato. È stato un crimine veramente barbaro ed efferato», ha dichiarato il giudice Richard J. Sullivan leggendo la sentenza a carico di Akayed Ullah.

La difesa ha tentato fino all'ultimo di ottenere per il 31enne la pena minima, 35 anni, perché nel momento dell'attentato Ullah stava attraversando «una crisi personale che lo aveva lasciato isolato, depresso, vulnerabile e vittima di pensieri suicidi», ha sostenuto la sua avvocata, Amy Gallicchio, come riporta il New York Post. La sua tesi, però, non ha convinto il giudice, che ha dato seguito alla richiesta dell'accusa.

«Vostro onore, quello che ho fatto era sbagliato. Glielo dico dal più profondo del mio cuore, mi dispiace profondamente», ha dichiarato Ullah prima della lettura della sentenza. Lui, ha assicurato, non supporta gli atti di violenza contro «persone innocenti».

Intorno alle 7 di mattina di lunedì 11 dicembre 2017 l'immigrato proveniente dal Bangladesh e residente a Brooklyn attivò l'ordigno composto da un tubo riempito di viti nel sottopassaggio che collega la stazione Port Authority a Times Square. Un scheggia ferì un passante a una gamba. Altre due persone persero parzialmente l'udito a causa della deflagrazione. Ullah ne uscì ferito, ma si salvò nonostante la bomba fosse fissata con del nastro adesivo al suo petto.

Radicalizzato online, immediatamente dopo l'attentato il 31enne aveva sostenuto di aver agito in nome dell'ISIS. Mentre si recava sul luogo del'attentato aveva postato un messaggio su Facebook: «Oh, Trump, non riesci a proteggere la tua nazione», aveva scritto. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
STATI UNITI
1 ora
«Sul quell'aereo ho trasportato diverse volte anche Bill Clinton»
Secondo giorno di processo per la vice di Epstein, alla sbarra il pilota della coppia: «Lei era chiaramente il numero 2»
AUSTRALIA
3 ore
In Parlamento, un dipendente su tre vittima di abusi sessuali
Il premier Scott Morrison ha commentato il rapporto: «Statistiche spaventose»
NORVEGIA
6 ore
A 10 anni dalla strage, Breivik continua a perseguitare i sopravvissuti
Anche le famiglie delle vittime continuano a ricevere lettere di minacce e di propaganda
ITALIA
8 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
9 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
11 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
1 gior
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
1 gior
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
1 gior
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
1 gior
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile