NETFLIX
I partecipanti del Fyre Festival potranno ottenere un risarcimento da 7200 dollari a testa.
STATI UNITI
16.04.21 - 22:450

Accordo raggiunto: 7200 dollari a ogni partecipante del Fyre Festival

La class action dei possessori dei ticket del «peggior festival di tutti i tempi» si chiude con due milioni di dollari

NEW YORK - I partecipanti del Fyre Festival, uno degli eventi più disastrosi degli ultimi decenni, vedono la fine della vertenza giudiziaria avviata negli scorsi anni.

Martedì è stato raggiunto un accordo del valore di due milioni tra gli organizzatori del festival e i 277 possessori di biglietti che avevano avviato una class action. Lo riferisce People, sulla base dei documenti depositati presso il tribunale fallimentare degli Stati Uniti del distretto meridionale di New York.

L'importo finale è soggetto al via libera del giudice, ma sulla base della cifra stabilita ogni partecipante al «peggior festival di tutti i tempi» riceverà circa 7200 dollari (6615 franchi svizzeri). L'esito della controversia soddisfa il principale degli avvocati che hanno avviato la causa, Ben Meiselas: «Billy (McFarland, l'ideatore del Fyre Festival, ndr) è andato in prigione, i possessori dei biglietti possono riavere un po' di soldi e sono stati realizzati alcuni grandi documentari. Questo è ciò che io chiamo giustizia». 

McFarland, uno dei co-fondatori del festival, sta attualmente scontando una condanna a sei anni di reclusione in relazione all'evento fallito dopo essersi dichiarato colpevole nel marzo 2018 per due capi di frode, truffando più di 80 investitori per un totale di 26 milioni di dollari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
PIANETA
2 ore
Chi è libero, su internet? Gli islandesi alla grande, i cinesi, invece...
Maglia nera alla Cina, in particolare per l'ampia censura
Afghanistan
4 ore
I talebani espongono sette impiccati
Non è chiaro in quali circostanze siano stati giustiziati gli uomini, se prima o dopo il loro arresto
Croazia
5 ore
Tre bambini morti strangolati, il principale sospettato è il padre
Quello che doveva essere un tranquillo weekend con i figli, è diventato un fatto di sangue
CANADA/CINA
9 ore
Lady Huawei è tornata a casa
La direttrice finanziaria del colosso cinese era stata arrestata nel 2018 in Canada. È stata estradata
NUOVA ZELANDA
21 ore
Vai al fast food e ricevi il vaccino
È quanto sta pensando di attuare il governo della Nuova Zelanda, in trattative con KFC
NORVEGIA
1 gior
L'abbraccio liberatorio: «Torniamo alla vita normale»
Niente più distanziamento sociale, basta limiti agli eventi. Una decisione possibile «grazie alla campagna vaccinale»
GERMANIA
1 gior
«Nessuno sta facendo abbastanza per la crisi climatica»
La giovane attivista si è rivolta ai manifestanti dal palco, esortandoli ad andare a votare
AFGHANISTAN
1 gior
Parla uno dei leader talebani: «Tornano esecuzioni ed amputazioni»
Il Ministro responsabile delle carceri ha giustificato le due misure: «Necessarie per la sicurezza»
STATI UNITI
1 gior
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
STATI UNITI
1 gior
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile