Imago
Il Primo Ministro Scott Morrison ispeziona una fornitura di vaccini.
AUSTRALIA
01.04.21 - 06:300

La campagna vaccinale australiana è un disastro

Il paese è indietro dell'85% nel suo piano di vaccinazioni, e le critiche si fanno sentire

CANBERRA - La campagna vaccinale dell'Australia procede malissimo: sono state vaccinate finora solo il 15% delle persone rispetto all'obiettivo dichiarato qualche settimana fa dal Governo.

Come comunica la Bbc, infatti, rispetto ai buoni propositi di effettuare quattro milioni di vaccinazioni anti-coronavirus entro il 31 marzo, al momento ne sono state effettuate solo 600'000 circa.

Un deficit dell'85% (e di 3,4 milioni di dosi) che non ha mancato di suscitare critiche nei confronti delle autorità australiane e del premier Scott Morrison, che non hanno però specificato i motivi per cui il ritmo delle inoculazioni sia stato così lento. 

«Ecco ancora una volta un esempio di come Morrison sia sempre bravo negli annunci, ma scarso nel metterli in atto» ha dichiarato ad esempio Anthony Albanese, a capo del partito laburista d'opposizione.

Obiettivi cambiati 

All'inizio di questo mese, il governo ha perciò dovuto adattare i propri obiettivi, spostando il raggiungimento di quota 4 milioni a fine aprile, e aggiungendo che si punta a vaccinare sei milioni di persone entro metà maggio. Ha anche ridimensionato la promessa di vaccinare completamente ogni australiano entro ottobre: ora la promessa è «tutti avranno ricevuto la prima dose entro ottobre».

Sebbene settimana scorsa il governo abbia detto che l'avanzamento della campagna vaccinale non richiedesse un'urgenza particolare, visti i bassi tassi d'infezione nel paese, negli ultimi giorni la città di Brisbane è stata costretta a un lockdown a causa di un focolaio in una struttura sanitaria, un fatto che ha riacceso le discussioni sull'importanza di una rapida campagna vaccinale.

In arrivo un'accelerazione 

Come in diversi altri paesi accusati di una certa lentezza - in particolare in Europa - il Governo ha ora dichiarato che la situazione sta cambiando. Mercoledì, il Ministro della salute Greg Hunt ha detto che sono state somministrate un record di 72'826 dosi in 24 ore, ciò che ha portato il totale a 670'000. «Questo dimostra che il programma nazionale di vaccinazione sta accelerando, esattamente nel modo in cui era previsto», ha detto ai giornalisti.

Intanto nel paese si continua a teorizzare sul motivo dei ritardi, e tra rifiuti di vaccinarsi e problemi legati al sistema di prenotazioni, c'è chi si chiede se il blocco dell'esportazione di 250'000 dosi di AstraZeneca da parte dell'Unione europea possa aver influito: una possibilità che il Governo australiano ha sempre negato. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Il ritrovamento del piccolo Nicola: «Chiamava la mamma»
Una storia a lieto fine quella del bambino di due anni scomparso a Palazzolo sul Senio. Ma resta il mistero
ITALIA
6 ore
Ddl Zan, Draghi: «Siamo uno stato laico. Il Parlamento è libero»
Il governo italiano, ha detto il "premier", «non entra nel merito della discussione».
UNIONE EUROPEA
8 ore
Incognita Delta: «Entro fine agosto 9 casi su 10»
In Europa la variante indiana galoppa. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie mette in guardia
MONDO
8 ore
Allarme ONU sull'emergenza climatica: «È a rischio l'intera umanità»
I toni molto allarmanti di un nuovo rapporto riportano l'attenzione su una minaccia reale ma che ci eravamo dimenticati
EURASIA
11 ore
Mar Nero: bombe e spari d'avvertimento contro una nave britannica
Tensione tra Russia e Regno Unito nel Mar Nero: la nave britannica sarebbe entrata in acque russe
CINA
12 ore
Ultime ore di vita per l'Apple Daily
A partire da mezzanotte il tabloid non aggiornerà più il sito. E quella di domani sarà l'ultima edizione cartacea
GERMANIA / UNGHERIA
14 ore
Dopo la polemica sullo stadio arcobaleno, Orbán annulla la sua presenza alla partita
Normalmente entusiasta spettatore di Euro 2020, il primo ministro ungherese non sarà a Monaco.
INDIA
16 ore
L'india identifica una nuova "variante preoccupante": la Delta Plus
Il virus mutato colpisce in maniera «più violenta» i polmoni ed è potenzialmente resistente agli anticorpi monoclonali.
STATI UNITI
19 ore
«Vorrei quell'arma», a 300'000 americani è stato detto «no»
Gli acquisti bloccati dai "background check" negli Stati Uniti hanno raggiunto una cifra record nel 2020
STATI UNITI
1 gior
Vaccini: Biden non ha centrato l'obiettivo
Solo il 65 per cento di vaccinati a luglio. Ritardi nella campagna americana
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile